Oliveira: “Questa Fiorentina assomiglia un po’ alla mia. Mi rivedo in Bernardeschi perché…”

L’ex attaccante della Fiorentina Lulù Oliveira ha parlato dell’attuale squadra viola a Radio Blu: “Questa Fiorentina ha qualcosa di simile alla mia, ma ancora è prematuro parlarne. Non è per niente semplice essere primi in un campionato come quello di Serie A; il Paulo Sousa allenatore non lo conosco, l’ho solo avuto da avversario quando giocavo. Devo dire che comunque sta facendo bene, come del resto aveva fatto anche prima di arrivare a Firenze. Sa bene che deve essere sempre disponibile a parlare con i giocatori; ai miei tempi invece non si poteva nemmeno chiedere il perché di una panchina. Bernardeschi è un attaccante che si sacrifica, un po’ come lo ero io; è importante perché ce la mette tutta pur giocando non nel suo ruolo. Kalinic mi ha impressionato con quel bellissimo assist con no-look per il gol di Verdù, ha qualità e grandi potenzialità. Mi è sempre piaciuto Babacar, è un giocatore importante per la Fiorentina e lo sarebbe in qualunque squadra italiana fosse. Rossi sarà fondamentale quando sarà al 100%; è un giocatore diverso da Edmundo, perché quest’ultimo partiva da lontano con la palla al piede, mentre Pepito è un attaccante da area di rigore.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA