Questo sito contribuisce alla audience di

Olivera: “Abbiamo studiato i punti deboli della Roma”

Un tacco volante di Maxi Olivera. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Maxi Olivera, titolare anche stasera nella Fiorentina, parla a Sky a pochi minuti dalla partita contro la Roma: “La Roma è un buon avversario. Hanno tanti giocatori forti, ci preoccupa tutta la rosa nel complesso. Abbiamo lavorato molto in settimana per affrontarla studiando i punti deboli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Ma dove ha studiato? nella stessa scuola di Alvaro Vitali- Pierino? Sono ridicoli pure nei discorsi che fanno, non solo in campo.

  2. ma vaia vaia bidone

  3. Ma levati dai c…… che sei scarzo

  4. Ah ah ah ah ah

  5. Per fortuna……..! Mi raccomando continuiamo a comprare attaccanti e mezze punte……! Un centrale e un terzino (magari anche due ) no?

  6. Fracazzo da Velletri

    Come questo possa giocare in serie A è un mistero!!in serie B migliori ce ne sono a bizzeffe.
    Un solo nome:Di Chiara del perugia! !!!

  7. Appena preso già dicevo che eri ridicolo.neanche in serie B ti farei giocare!!! RIDICOLO, RIDICOLO CHI TI HA PORTATO A FIRENZE RIDICOLA QUESTA SOCIETÀ.

  8. onora il padre

    Lette al 90′ sono parole che….vengono i brividi

  9. Semplicemente ridicoli. E’ imbarazzante ammettere di tifare per una società di questo tipo. Non lo meritano i meravigliosi tifosi viola. Andatevene via da Firenze siete la peggiore società della storia viola. Mai ci siamo vergognati fino a questo punto. Presi a pallonate, inebetiti al punto di regalare palloni noi con assist agli avversari, con nonno Valero non da pachina in campo ma da panchina ai giradinetti.Per non parlare del centravanti che non arrivarà mai da nessuna parte, non ha preso un pallone che è uno. Ripeto è iumbarazzante ammettere di fare il tifo per una squadra ed una società in queste condizioni,. Ci hanno scherzato e preso a pallonate coma mai non ricorso nella storia viola. Adesso che abbiano almeno la dignità di andarsene di soppiatto da Firenze.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*