Onofri: “La Fiorentina vista a Genova contro la Sampdoria mi sembrava il Barcellona, peccato che poi sia calata di rendimento”

L'allenatore Paulo Sousa in primo piano. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Claudio Onofri, commentatore per Sky Sport, ha parlato a Radio Bruno Toscana: “La Fiorentina sta crescendo lentamente, ha già dimostrato di poter assestarsi nelle prime cinque-sei posizioni della classifica: il resto dipende dal tipo di annata che si svilupperà e anche da un pizzico di fortuna. Le scelte degli allenatori hanno permesso di poter ammirare un gioco sempre brillante e frizzante: la stagione scorsa la Fiorentina vista a Genova contro la Sampdoria sembrava il Barcellona, peccato che poi quel livello di gioco non sia stato mantenuto. Paulo Sousa e Juric si assomigliano per come fanno giocare le proprie squadre, probabilmente l’ex tecnico del Crotone ha preso spunto dal portoghese in qualche aspetto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. A parte CISKO,chi ti dice che avremmo vinto il campionato? Lo pensi te,così tanto per essere ottimista,ma c’erano molte più possibilità di non vincerlo che di arrivare primi. E poi vorrei capire perché una squadra che fa sfracelli nel girone di andata,che riesce ad arrivare alla sosta e quindi a riposarsi e a fare un richiamo della preparazione,che non ha più la coppa Italia (eravamo usciti prima della sosta),che di lì a breve sarebbe uscita anche dall’Europa League,improvvisamente scoppia e diventa una squadra da retrocessione. Non sarà mica colpa del mancato arrivo di Mammana che siamo scoppiati vero? Magari,senza altri acquisti oltre Tello e Zarate,potevamo si calare di una virgola,ma non certo fare quel crollo verticale che si è visto fare alla Viola. Per me anche Sousa ci ha messo parecchio del suo e può capitare,tutti possiamo sbagliare,certo che passare dal lottare per lo scudetto a lottare per la salvezza,non si può imputare soltanto al mancato arrivo di uno o due giocatori nuovi. Non credi? Diciamo che la società ha commesso un grossolano errore,lo staff tecnico(Sousa e company) ne ha commesso uno altrettanto grave ed anche i calciatori non hanno più giocato con la bava alla bocca come nel girone di andata,anche perché Sousa aveva fatto una preparazione giusta per partire a mille ed evitare così di avere problemi e critiche iniziali,e poi lo ha pagato nel resto della stagione. Io la vedo così.

  2. Io ero sugli spalti in quella trasferta e sono uscito dallo stadio esaltatissimo.
    Peccato che la stessa esaltazione non abbia toccato i taccagni e distaccati DV, perché un qualsiasi presidente (con le stesse possibilità economiche dei ciabattini arroganti) avrebbe preso coscienza che quella era un’occasione che non si sarebbe più ripresentata e che era il momento di investire tanto per mantenersi ai vertici.
    Si sarebbe comunque conseguito un buon ritorno economico per la vittoria del campionato, da parte di sponsor, diritti tv, etc etc.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*