Ora con Sousa tutti sotto esame

C’era un rischio comune, individuato un po’ da tutti (anche se forse un po’ più da Montella) all’interno dell’ambiente viola: quello del rilassamento della rosa, quasi sazia ed appagata o comunque incapace di dare un impulso di energia nuova a sé stessa. E’ un po’ la situazione che va a verificarsi quando un allenatore resta a lungo su una stessa panchina e lavora con lo stesso gruppo. Anche per questo Montella voleva un rinnovamento profondo della sua rosa per poter proseguire il lavoro a Firenze. Niente da fare invece e proprietà viola non convinta di questa necessità, che comunque in parte è stata riconosciuta e che verrà risolta in qualche modo anche dallo stesso cambio alla guida tecnica. L’arrivo di Paulo Sousa infatti azzera quelle che erano gerarchie consolidate ormai da tre anni e toglierà quel credito accumulato dai singoli sotto gli ordini di Montella: un’occasione in più per rilanciarsi da parte di alcuni calciatori particolarmente sotto tono negli ultimi tempi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Lo so’,tutti gli occhi son puntati ad esempio su borja che ha profondamente deluso,ma vogliamo parlare anche di altri? Gomez in 2 anni non ha deluso secondo voi? E lo stesso Pizarro quanti gol ha provocato grazie ai suoi errori? Aquilani? E la difesa a turno non ha deluso? E poi arriviamo alla più grande di tutte…rossi non e’ una delusione? O x colpa della sfortuna,o dei suoi dottori americani,o di quello che vi pare,ormai purtroppo sembra un ex(Montella non gli ha concesso neanche 10 min.l’ultima di campionato x precauzione,anziché rientrare in campo 2 mesi prima minimo…) quindi come vedete e’ un po’ tutta la squadra che si deve rimboccare le maniche e darsi una svegliata…la qualità c’è, ci vuole il coraggio di eliminare ad es. un pizarro che ci tiene in ostaggio e dare spazio ai nostri giovani che sono di rientro da altre squadre e che mi sembrano validi più pochi innesti…camporese e’ forte,wolsky mi aveva incantato,Berna e’ fortissimo(se rimane)vecino non e’ male,hegazi l’avevo visto prima dell’infortunio ed era interessante(ora e’ ok) rebic continua a piacermi,x baba sarà l’anno della consacrazione,ma ci sono anche dei primavera….fiducia e forza viola sempre.

  2. Claudio San Miniato

    E allora cari ragazzi Borja non sarebbe il caso di cederlo e fare cassa per prendere magari un Fernando ?

  3. È normale essere sazi dopo tutte le coppe e i campionati vinti in questi anni…. D’altronde anche io sono 11 anni che mi sveglio la mattina alle 5 e credo di non avere più stimoli, ci vuole un adeguamento di contratto altrimenti mi svincolo a zero.
    io son curioso di vedere se migliorerà la condizione atletica con il cambio staff, visto che per tutto il campionato la squadra reggeva 40 minuti e poi prendeva imbarcate come se piovesse; un grosso handicap di montella secondo me erano i suoi preparatori atletici, poi come minimo con il c..o che abbiamo questi sono anche peggio, però non credo , vedremo anche la gestione recuperi infortuni se cambierà.

  4. Allora era vero che questo organico è da fine ciclo

  5. IL PRIMO SOTTO ESAME PUò ESSERE IL PORTOGHESE…….

  6. daniele da conegliano

    È vero che borja è calato parecchio. ….

  7. L’ esempio lampante di questo rilassamento psicologico è Borja. Dopo il rinnovo del contratto fino al 2019 e con un adeguamento dello stipendio di un certo livello, il giocatore ha smesso di essere quello che tutti avevamo conosciuto. Lui, quando va in campo , è convinto di dare il massimo, ma in realtà è il massimo di una persona che si sente comunque appagata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*