Ora è vietato separarli

Il ritorno ad alti livelli di Matias Vecino ha coinciso, più o meno casualmente, anche con la crescita di Milan Badelj: i due erano stati la colonna portante della prima Fiorentina scintillante di Paulo Sousa e proprio dall’infortunio del croato nacquero i problemi. La prima parte di questa stagione poi ha visto out l’uruguaiano, mentre il suo partner faticava ad esprimersi ai livelli di un anno fa e veniva travolto anche dalle dichiarazioni del procuratore. Vecino è stato il migliore, gol a parte, contro il Qarabag e ha dato continuità anche con il Sassuolo; lo stesso Badelj ha spadroneggiato: ennesima dimostrazione dell’ottima integrazione tra i due. A questo punto separarli diventa quasi proibitivo e controproducente, a prescindere dalle scelte tattiche che riguarderanno il centrocampo, che domani sera dovrà fare a meno ancora una volta di Borja Valero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Volevo dire:chi avrebbe in mente….

  2. Ma perche’ separarli se stanno giocando bene e poi domani manchera’ Valero,ci avrebbe in mente di schierare il mister.Sarebbe veramente folle fare a meno di uno dei due:squadra competitiva dall’inizio e non a lavori in corso col rischio di non recuperare il risultato.Il Genoa e’ una squadra aggressiva e ha fatto tre gol alla Juve,affrontiamoli con la stessa veemenza e con le mollezze con le quali spesso la viola si e’ caratterizzata quest’anno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*