Questo sito contribuisce alla audience di

Orlandini: “Così ho scoperto Saponara, ma ora metta in campo gli attributi. E dopo Baggio, potevo portare Romario a Firenze ma…”

Un fiorentino cresciuto nelle giovanili della Fiorentina e arrivato in Serie A con la maglia viola, Andrea Orlandini, è stato questo, ma anche un ottimo osservatore. Tra le altre cose è stato proprio lui a scoprire Riccardo Saponara: “Vidi una partita con lui in campo – racconta Orlandini a Radio Blu – Chiamai subito Vitale (allora direttore sportivo dell’Empoli ndr) e gli dissi che andava subito preso. E’ un trequartista, si deve mettere a posto fisicamente e deve mettere più i cosiddetti c…..i. Si deve fare intendere e prendere il posto. Ma anche alla Fiorentina tra l’81 e il ’91 ho portato molti giocatori come Baggio, Berti, Bortolazzi. Romario? Il presidente Baretti mi disse “vai a vedere Dunga del Vasco da Gama”, perché l’avevamo già preso. E lì vidi giocare anche Romario segnalandolo subito. Poi però non fu preso per una questione economica, ma se avessi portato Romario a Firenze…E’ quello il più grande rimpianto. Potessi ritornare indietro magari l’avrei preso con degli amici che avano i soldi perché costava 800 milioni di lire quando lo vidi la prima volta, ma già l’anno dopo fu venduto a 7 miliardi al PSV”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Però abbiamo avuto Rui Costa, Edmundo e Batistuta insieme, non è che ci possiamo lamentare. Che figata!

  2. Che tempi, abbiamo rischiato di avere insieme Baggio, Romario e Van Basten, che storia, non oso immaginare cosa sarebbe stato.

  3. Con i se è con i ma non si fa la storia!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*