Orrico: “Ho riconosciuto il vero valore di Sousa e della Fiorentina. Badelj e Vecino due boscaioli e credo poco nel recupero di Rossi”

L’ex allenatore dell’Inter, Corrado Orrico, è tornato a parlare di Fiorentina dopo l’accusa di essere “una marmellata informe” prima e le scuse fatte a Paulo Sousa dopo la vittoria contro l’Inter, poi: “Prima della partita di San Siro la Fiorentina non mi convinceva – ha detto Orrico a Radio Blu – contro l’Inter è arrivata la svolta e ho riconosciuto la crescita della squadra e il vero valore di Sousa. Quello che ha fatto il portoghese poggia su un gran lavoro di Montella composto da palleggio e fraseggio, il tecnico lusitano ha portato parecchia aggressività in fase d’attacco e ha reso questa squadra completa. Adesso non saprei quale potrà essere il limite di questa squadra. Fino a qualche mese fa Kalinic era un giocatore sconosciuto, adesso invece è sorprendente. C’è molta differenza tra lui e Gomez perché il tedesco è un centravanti di vecchio stampo, lui è il prototipo del calciatore moderno che completa oltre la fase di realizzazione anche la partecipazione al gioco, Badelj e Vecino sono due boscaioli, il saggio Sousa li ha piantati davanti alla difesa e lo ha fatto in maniera sapiente. Mi ha sorpreso tantissimo Ilicic che fino a qualche mese fa era un giocatore gelido, adesso lo vedo molto più tecnico e cattivo. Con il suo tiro potente e improvviso sarà la vera sorpresa della stagione”. Orrico poi aggiunge: “Credo poco nel recupero completo di Giuseppe Rossi. L’ho sempre considerato un talento, ma credo che l’incidente abbia influito tantissimo sul suo stato di forma e penso che avrà molte difficoltà nel recupero. Non giocherà più di 15 partite. Bernardeschi è un fenomeno, mi auguro che non perda questa volontà perchè sono sicuro che diventerà un grandissimo giocatore anche per la Nazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

42 commenti

  1. Ma … Orrico … è un cognome o un aggettivo??

  2. Lo capisco che quando parla ora dopo le sue prime dichiarazioni non riscuote grande simpatia. Ma parlando dei due boscaioli del centrocampo intendeva dire che fanno legna

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*