Orrico: “La marmellata viola ha preso forma ma non si possono fare i cruciverba con la formazione”

L’ex allenatore dell’Inter, Corrado Orrico, ha parlato a Radio Blu e ha detto sulla Fiorentina: “La partita con l’Empoli ha messo in mostra l’idea cervellotica di fare i cruciverba con la formazione. La squadra di Giampaolo è organizzatissima, che esprime un calcio di primissimo livello: per vincere la partita si dovevano schierare i migliori. Babacar non vale Kalinic, Bernardeschi non può sedersi in panchina, e il campo gli ha dato torto. Un allenatore è libero di sbagliare, dal punto di vista intellettuale e comunicativo Sousa è una persona perfetta e l’ha dimostrato ammettendo le proprie colpe nel post partita. L’affiatamento in una squadra di calcio è fondamentale: gli allenatori preparano gli schemi, ma c’è un altro aspetto fondamentale e cioè il fatto di frequentare i compagni, e il feeling con essi porta risultati insperati e schemi migliori, non previsti.

Paulo Sousa è stato sincero, perché la Fiorentina deve giocare sempre per vincere: non si può sapere se una scelta sia o meno giusta, e scartarsi una possibilità a priori sarebbe sbagliato. La Fiorentina ha riproposto il calcio totale: Sousa sta riuscendo nel modo migliore a far esprimere questa manovra alla squadra, soprattutto quando gioca Kalinic, creando densità nella metà campo avversaria: è un modo di affrontare la partita imprevedibile, a volte, per Sousa stesso, figuriamoci per gli avversari. La ‘marmellata’ nelle prime partite era informe, ora ha preso forma, dalla sfida di San Siro in poi, e lo riconosco: da un punto di vista spettacolare è il miglior calcio d’Italia, ma il Napoli ha più razionalità. In ogni caso, per i miei gusti, il calcio di Sousa è preferibile.

Kalinic è uno dei vanti principali per la dirigenza viola negli ultimi anni e, se fossi ancora allenatore, prenderei lui e non Higuain, anche se riconosco che l’argentino sia uno dei migliori al mondo, perché partecipa molto di più alla manovra. Sono molto perplesso sul recupero totale di Rossi, ma spero, col cuore, di sbagliarmi, anche perché è un giocatore eccellente e una persona squisita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Perchè uno quando è vecchio non si gode la (immeritata nel caso di Orrico) pensione?

  2. Orrico pensi al suo periodo all’inter,faceva ridere!

  3. Orrico è una penosa tassa… cambia idea ogni sette minuti e spara fanfaronate senza né capo né coda… poi dicono che non è mai banale… ci credo, sparando ………. non c’è verso di essere banali!…

  4. Violaadimilano

    E Bravo Orrico da Volpara. Condivido il 100% di quello che hai detto stavolta che è anche quello che pensa la quasi totalità del popolo VIOLA. Questo a conferma che non bisogna per forza aver avuto la fortuna di allenare l’inter per capirci un minimo: stagione con la quale stai vivendo ancora di rendita. Cmq tutte le dichiarazioni dalla marmellata in poi sono tutte tese a smentire la gran ca….ta che hai sparato. Ravvediti non sei Mourigno o Sacchi che almeno qualcosa hanno vinto

  5. Fare silenzio quando parla Orrico, le sue perle di saggezze nonchè palmares di vittorie con Massese, Carrarese, Treviso, Prato e Gavoranno parlano per lui.

  6. A pelle mi verrebbe da dire : Orrico, ma vai aff….però leggendo l’intervista vengono fuori dei concetti in parte anche condivisibili, come il discorso del cruciverba con la formazione e di chi deve sempre giocare. E’ chiaro che questo si atteggia a grande guru del pallone quando i migliori risultati li ha avuti con la Carrarese, non con Manchester UTD, ma, per stavolta, accettiamo quello che dice senza repliche stizzite. Ma tra lui e Souse c’è come tra mangiare e stare a guardare chi mangia.

  7. Michele da Milano

    Ma questo perché ce l’ha con Sousa? Voleva per caso venire ad allenare la Fiorentina?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*