Orsato non vede un rigore su Kalinic e ne dà uno nettissimo. Rosso a Calabria? Non proprio, perché…

Orsato Fiorentina Roma

Al di là dell’episodio avvenuto nel finale di gara, ovvero il contatto tra Tomovic e Luiz Adriano, di cui ci siamo già occupati a parte, ci sono da segnalare altri due importanti episodi da moviola nel corso di Fiorentina-Milan. Al 17′ Paletta trattiene vistosamente ed incredibilmente in area Kalinic. Orsato guarda da un’altra parte in quel momento e si perde l’episodio. Ineccepibile il rigore fischiato ai viola al 32′ con Calabria che strattona ingenuamente Borja Valero. C’è chi invoca il cartellino rosso per il difensore rossonero e a velocità reale è stata quella la considerazione che veniva facile fare. In realtà, rivedendo l’azione, ci si accorge che Borja Valero non è in possesso del pallone e c’è un altro giocatore rossonero che sta per giocarlo quando viene buttato giù il giocatore gigliato (mancano i requisiti per la pericolosità dell’azione). Per cui ci sta il giallo. Manca invece un’ammonizione a Bacca che blocca il pallone con le mani volontariamente (e anche molto platealmente) a centrocampo per permettere i soccorsi ad un suo compagno: peccato che interrompere il gioco sia una prerogativa dell’arbitro e non di un giocatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Allora aggiornatevi cara redazione saputella. Mi spiace ma sono un arbitro e conosco molto bene il regolamento, che da luglio 2016 ha subito molte modifiche, tra cui il fallo di mano (punibile solo se intenzionale):
    “Ci sono diverse circostanze nelle quali un calciatore dovrà essere ammonito per comportamento antisportivo, compreso se:
    -commette un fallo o tocca intenzionalmente il pallone con le mani per interferire o interrompere una promettente azione d’attacco
    -tocca intenzionalmente il pallone con la mano nel tentativo di segnare una rete (indipendentemente dal fatto che il tentativo abbia successo o no) o nel tentativo senza successo di evitare la segnatura di una rete”
    Il testo da voi riportato era del 2015.

  2. Redazione….Il fatto è che Orsato aveva usato lo stesso metro con Salcedo che aveva toccato volontariamente la palla con le mani convinto che fosse fuori. Ha perdonato entrambi. E si vedeva dal labiale. Ha usato il buon senso….ammetterlo no vero?

  3. Ma andatevi a leggere il regolamento cara redazione: non è assolutamente giallo il fallo di mano di Bacca, il cartellino giallo per fallo di mano va dato solo se il calciatore interrompe una potenziale azione d’attacco! In quel caso il Milan stava andando in contropiede e Bacca è un calciatore del Milan.
    Letto:
    Il fallo di mano è punito tecnicamente sempre con un calcio di punizione diretto, o con un calcio di rigore. Un calciatore che tocca volontariamente il pallone con la mano deve essere ammonito per comportamento antisportivo se:

    tocca il pallone volontariamente con la mano per impedire ad un avversario di entrarne in possesso;
    tenta di segnare una rete toccando volontariamente il pallone con la mano. Un saluto Redazione

  4. bacca era ammonizione al 100%. di rigori ce n’era 2 per noi, la società si faccia sentire!!! montella ha poco da dire, visto che lui brontola ingiustamente e dice agli altri di stare zitti, si ricordi i cartellini non dati, i fuorigioco non fischiati e molto altro!!

  5. Mi sono guardato gli articoli riguardanti la nostra partita sul quel giornalaccio che è la Calzetta, articoli redatti da persone che definire prevenute e di parte è un eufemismo, se poi leggo i commenti dei tifosi milanisti mi viene il voltastomaco, ma per questi ci sta perché si sa che i tifosi sono di parte.
    Però parlare del rigore non dato al Bilan e neanche un accenno al rigore su Kalinic (vedi articolo su moviola), come lo vogliamo definire? Questi giornalai prevenuti e chiaramente schierati mi fanno disamorare del calcio! Poi stravolgono le frasi di Sousa che chiaramente non parlava di arbitri bensì proprio di loro!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*