Questo sito contribuisce alla audience di

Osvaldo: “Dicevano che bevevo whisky, che facevo le 5 e mi drogavo, per questo ho smesso per darmi alla musica”

A soli 31 anni ha smesso di giocare al calcio per darsi alla musica, Pablo Daniel Osvaldo. L’ex attaccante della Fiorentina è diventato front man del Barrio Viejo, gruppo molto famoso in Argentina, ha spiegato in un’intervista a El Enganche il perché della sua scelta: “L’universo del calcio ti giudica senza sapere che dietro l’atleta c’è una persona. Ma ho imparato a non farmi condizionare anche se non era facile quando era al centro dell’attenzione e mi faceva arrabbiare il fatto che si dicessero cose di me non vere. In Argentina, dove ero felice di tornare perché realizzavo un sogno, dicevano che non ero un professionista. “Uh, a questo piace il rock and roll. Allora gli piace anche il whisky e magari fuma, passerà tutti i giorni fino alle 5 del mattino a bere e di sicuro si droga”. E io a rispondere: “no ragazzi, ho giocato 11 anni in Europa, ho giocato con la nazionale italiana e nella Juve, pensate che se mi fossi drogato o avessi bevuto whisky fino alle 5 avrei potuto farlo? Non sono Messi ma vado a letto presto, mangio insalata e riposo bene”. Poi è chiaro che mi piace il whisky, fumare, la musica, ma solo quando posso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Gianluca da Milano

    Pablo giocatore fantastico! Aveva una marcia in più,carisma e classe,i suoi gol in acrobazia da standing ovation! Peccato,in Serie A avrebbe potuto ancora dare tanto,ringraziamo quello spurio di Icardi che contro la Juve non gli passò la palla….

  2. Grande Pablo. Se tu fossi stato un po’ meno matto, saresti diventato un campione. Rock n’ goal… 🎸

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*