Questo sito contribuisce alla audience di

Paparesta: “Gestione sbagliata della partita, squalifica Borja assurda”

L’ex arbitro Paparesta è stato intervistato da Tuttomercatoweb a proposito delle nefandezze arbitrali in Parma – Fiorentina. Queste le sue parole: “Io ho commentato la partita per Mediaset e credo che gli episodi singoli Gervasoni non li abbia sbagliati: il rigore c’era ed anche l’espulsione di Diakité. Riguardo alla gestione ha lasciato un po’ a desiderare, perchè è mancato il dialogo con i calciatori che invece ci dovrebbe sempre essere, come ad esempio quando Montella chiedeva di stringersi la mano a centrocampo. E’ un dialogo che anche lo stesso Nicchi da tempo sostiene, ma per poterlo ottenere occorre che ci sia la disponibilità da parte di entrambe le parti. Anche nella protesta di Gomez per la caduta che non meritava rigore l’atteggiamento non era certamente distensivo. La squalifica di Borja Valero? Dipende da ciò che ha detto il giocatore e come è stato riportato. A me quattro giornate sembrano eccessive visto che ogni domenica ci sono proteste clamorose e non ci sono provvedimenti. Mi auguro che questa difformità venga eliminata perchè questo fa perdere il rapporto tra arbitri e società e calciatori e dirigenti. Borja Valero si avvicina all’arbitro ma non mi sembra abbia l’atteggiamento aggressivo che giustificherebbe una tale punizione. Mi è sembrato che volesse liberarsi da una manata sul suo volto. Sono rimasto perplesso già dall’espulsione”, ha dichiarato lo stesso Paparesta.

 

Come mai vede delle disparità di giudizio?
“Non si tratta di disparità che spero non ci siano: mi auguro che il campionato venga diretto in modo equo da parte di tutti verso tutte le società mentre: a volte ci sono situazioni che sono difformi. Ieri Diakitè è stato giustamente espulso mentre altre volte si vedono giocatori già puniti che vengono graziati per il secondo fallo. Il presidente dell’Aia non si limiti a proporre di segnare le distanze con la bomboletta, ma si occupi anche degli atteggiamenti diversi da parte dei direttori di gara. Questo rammarico chiaramente giusto da parte della Fiorentina ma anche da parte degli altri addetti ai lavori”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Ovido Metamorfosi

    Beh Nicchi ha un comportamento non lineare (eufemismo) e come Braschi si preoccupa soltanto di mantenere la sua poltrona.
    Non mi sembrano (in realtà non lo sono) persone di cultura e di sensibilità umana eccelsa mi appaiono come dei “sensali” di campagna al mercato del sabato.

  2. Sono i 2 pesi e le 2 misure che fanno arrabbiare, ci vogliono sanzioni uguali per uguali falli, ieri il signor arbitro è stato assolutamente e vergognosamente di parte, molinaro,gargano e parolo erano da rosso e borja non meritava neanche l’espulsione e gli va tolta l’intera squalifica! Perché a tomovic è stato sanzionato il rigore, mentre contro l’inter su ilicic no? E perché se noi protestiamo con garbo prendiamo cartellini mentre gli altri, che offendono, no? Vogliamo equità e onestà!

  3. Mi sa che anche paparesta ha visto un film invece che parma-fiorentina….definire giusta la doppia ammonizione a diakite è malati di mente, concedere un rigore x un contatto avvenuto dopo il tiro é quantomeno discutibile….non ammonire i vari paletta, lucarelli e gargano che hanno picchiato per novanta minuti é solo malafede…per concludere gervasoni ha sbagliato decisioni singole gestione della partita, ma soprattutto mestiere…..paparesta docet….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*