PAROLA AL CAMPO

Mercato positivo e negativo? Sono giorni di lunghe e frequenti discussioni in tal senso e, come da tradizione fiorentina, la città si è divisa in guelfi e ghibellini. C’è chi giudica la finestra di mercato chiusa da pochi giorni come un’occasione persa per rinforzarsi e approfittare dell’annus horribilis di squadre come Roma e Milan e chi, invece, lo ritiene all’altezza di una squadra che punta al terzo posto. Tino Costa, Zarate, Tello, Kone e Benalouane, ecco in ordine di arrivo i cinque acquisti della Fiorentina: i primi tre hanno già esordito in maglia viola, mentre il greco e il francoalgerino, arrivati nell’ultimo giorno di mercato, non hanno ancora messo piede in campo. Il centrocampista argentino ha giocato due spezzoni di partita, non sufficienti per esprimere un giudizio pieno, ma ha convinto e non è da escludere una gara da titolare per valutarlo con più elementi. Zarate invece, dopo l’esordio contro il Torino e la partita contro il Genoa dal primo minuto nel quale non ha convinto molto, ha regalato i tre punti alla Fiorentina con un gol ‘alla Zarate‘ nei minuti di recupero. Cristian Tello ha esordito contro gli emiliani e pur non avendo i novanta minuti nelle gambe ha regalato sprazzi di quel talento che, prima a Barcellona e poi a Oporto, si è solo intravisto. Kone invece è stato acquistato al posto di Verdù e solo questo dovrebbe far capire l’importanza all’interno della rosa viola: per lui i minuti, almeno all’inizio, saranno pochi e dovrà cogliere tutte le occasioni che Paulo Sousa gli concederà. Dulcis in fundo, il difensore che il tecnico viola chiede dalla fine del mercato è stato identificato in Benalouane: l’ex Leicester non sarà certo ai livelli dei vari Lisandro Lopez o Mammana, ma ha dalla sua il fatto di conoscere già il campionato italiano e potrà essere una pedina utile nello scacchiere di Paulo Sousa, da alternare magari agli altalenanti Roncaglia e Tomovic. Come sempre succede in questi casi, a dare un giudizio definitivo all’operato della società sarà il campo, giudice indiscutibile di ogni sessione di mercato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Xo’ ora basta.
    Anche io sono deluso, ho criticato, ma non si può continuare così per 4 mesi. Ora non cambierà nulla ed è solo controproducente…
    Già abbiamo poche possibilità di andare in chsmpions, ma almeno giochiamocele… Così ci stiamo facendo solo del male ( un po’ nel nostro DNA).
    Già avremo sicuramente qualche torto arbitrale, abbismo qualche giocatore non di livello e noi cosa facciamo, non cerchiamo di essere uniti? Masochismo…
    O remiamo tutti dalla stessa parte fino a maggio ( e basta contestazioni alla società) o riusciremo solo ad aumentare questa separazione fra Sousa e società.
    Ora sta al tifoso intelligente….
    Forza viola!!!

  2. Io la penso come stechelo però speriamo di ritrovarla alla svelta questa brillantezza sennò è merda.SFV

  3. Vorrei fare una precisazione: credo che il malcontento derivi dal fatto che essendo il difensore la necessità primaria per numero e qualità,dopo tutto il tempo avuto a disposizione per individuarlo, si sia arrivati alla sera dell’ultimo giorno di mercato per prendere una quinta/ sesta (e forse anche oltre) scelta. Tutto questo dopo aver detto ben altro. A me va benissimo anche l’attuale proprietà, basta che ci sia chiarezza.Ps: il mister è persona scomoda e già è ricominciato il giochino fatto con Montella per giustificare l’eventuale addio ( vedi stampa “ammaestrata”).SFV.

  4. In tempi non sospetti Sousa ha dichiarato.”Io faccio la frittata con le uova che ho a disposizione”, e siccome ritengo il nostro allenatore una persona seria ritengo che tutte queste polemiche e prese di posizione sia ora di accantonarle e guardare avanti. FORZA VIOLA.

  5. Torniamo in forma come squadra perché il calo e’ di tutti…se raggiungiamo al 90% il livello del primo tempo col Napoli ce la giochiamo con tutti..juve compresa.per cui basta polemizzare x il mancato arrivo di un campione in difesa..la forza della nostra squadra e’ la coralità visto che non abbiamo top…i nuovi ci aiuteranno, ma quello che manca e’ la brillantezza…ritrovata quella tutte le squadre torneranno ad impazzire visto che non vedranno più il pallone…fiducia e sfv.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*