Pasqual: “C’è la volontà di alzare l’asticella e vincere un trofeo. Montella ha riportato i fiorentini allo stadio”

PasqualAtalantaManuel Pasqual parla così alla presentazione dei Fiorentina Camp: “Anni fa non c’era la possibilità di poter fare queste esperienze con i camp. Ai ragazzi è giusto che venga insegnato il rispetto delle regole, è basilare. Sarei contento di far fare a mio figlio questi camp, sempre che voglia giocare a calcio. Alla base dei nostri ragazzi ci devono essere, regole, socializzazione e alimentazione. Spero di vedere anche Montella in questi Camp perché grazie al suo lavoro i fiorentini sono tornati allo stadio. Adesso c’è la volontà di alzare l’asticella e provare a vincere un trofeo. Non è un obiettivo facile perché Coppa Italia devi avere un po’ di fortuna nel trovare un tabellone abbordabile né in Europa League. La speranza è che il mister l’anno prossimo sia ancora a Firenze perché ha dato una mentalità a questa Fiorentina”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Intanto pensiamo a vincere ora che ne abbiamo tutte le possibilità. Bisogna essere grintosi e pronti fisicamente e mentalmente da subito. Non ci sono alibi.

  2. Intanto pensiamo a vincere

  3. Si entra in campo sempre e comunque per vincere tutto mettendo tutto cio che serve par farlo…poi i conti si fanno alla fine, questo fatto dell’asticella è un limite, e spesso viene usato come alibi….credo che faremo il triplete, perchè non credo vinceremo l’EL non per limiti tecnici, ma per mentalità autolesionista !!!

  4. Io addosso alla società e a Montella non ho mai dato e spero quindi non mi si urli addosso “avvoltoio”. Urge farsi una domanda; è Montella che schiera un turnover così pesante perchè ritiene giusto far rotazione per le tante gare o sono effettivamente i giocatori, dai test infrasettimanali, a non dar lui garanzie di tenuta? Io ho visto un Napoli che a domenica a Cagliari metteva in campo quasi la stessa formazione di giovedì, eppure avevano giocato esattamente lo stesso giorno nostro.

  5. Ciao Acebati,
    grazie per la propositività, l’apprezzo. Il fatto è che però talvolta un po’ spesso la Viola mi rende più nervoso del caffè. Forza Viola sempre!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*