Pasqual: “Contro la Fiorentina non ho mancato di rispetto a nessuno e vi spiego perché. Vi racconto il Montella in viola”

L’ex capitano della Fiorentina Manuel Pasqual e autore del rigore vittoria dell’Empoli a Firenze una settimana fa racconta a La Gazzetta dello Sport come si è svolto quell’episodio e racconta il suo ex allenatore Vincenzo Montella, che oggi ritroverà da avversario sulla panchina del Milan: “Voglio spiegare quanto successo una settimana fa. All’ultimo minuto c’è un rigore per noi, il rigorista in campo è Pucciarelli ma non sta bene, Martusciello chiede di battere a me. Io torno da Pucciarelli, cerco conferme sul fatto che vada io. Sono un professionista, calcio. Ma non ho baciato maglie, esultato o fatto chissà che gesti. Sono rimasto immobile, aspettando i compagni: l’unico modo per non mancar di rispetto a nessuno. In campo i ricordi valgono zero. Altrimenti dovrei tirar fuori le due volte che con Vincenzo abbiamo vinto a San Siro contro il Milan. E quello di un’altra vittoria a Milano: ha parlato di gara epica dopo il successo dei suoi a Bologna, ma anche noi battemmo l’Inter in 9. A Firenze con Montella, dentro lo spogliatoio, il clima era disteso e di entusiasmo. Così, e parlo in generale, puoi colmare la differenza tecnica con le altre. Lui arrivò e fece la rivoluzione. Fisica, atletica, alimentare. Mentale. Volle imporre la sua filosofia, totalmente diversa da ciò a cui eravamo abituati, e che ora cerca di ripetere al Milan. Con il tempo riuscirà anche lì. In certe cose vedo che è lo stesso: mi piaceva più di tutto per come difendeva il gruppo, sempre, anche quando la colpa era di tutti ma non sua. La squadra certe cose te le ridà indietro. Allora era un po’ permaloso, parlava poco con i giocatori. A meno che non lo cercassi tu”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Per Max…Sei un povero analfabeta incapace di scrivere un post in maniera comprensibile..Vai a scuola..Un quindicenne tifoso viola conosce la storia di Baggio…Tu probabilmente non ricordi neanche cosa hai mangiato a pranzo

  2. Pasqual ma perché non pensi alla tua nuova squadra?

  3. Pasqual è diventato una specie di martire dei Della Valle. Pasqual è un giocatore scarso che ha il merito di essere stato sostituito da giocatori altrettanto scarsi.

  4. Luca hai 15anni? Baggio non decise di andare alla rube…. Una volta , prima si Norman, giocatori venivano venduti

  5. Ma lo sa pasqual che ci sono le telecamere? Forse si è reso conto di averla fatta fuori dal vaso? Mediocre terzino e mediocre uomo.

  6. Mi dispiace varo Pasqual….ma per me hai fatto un passo falso nei nostri confronti è inutile che cerchi di giustificati. Per me hai chiuso. Eri poca roba prima e lo rimani ora.

  7. Anche bugiardo. Forse si è accorto che non gli è poi convenuta tanto la corsetta.
    Comunque va bene, basta, non ce ne frega nulla. Gli abbiamo regalato 3 punti evidentemente perchè conveniva tenerli in A e basta.
    Non ci interessa di loro, tantomeno di Pasqual.

  8. Pasqual non si deve giustificare di nulla..Alla faccia degli indegni ciabattini che lo hanno immoralmente cacciato dopo 14 anni di onorevole militanza viola..Manuel rimane uno di noi: un viola doc per sempre…Negli anni 90 Baggio juventino non batte quel famoso calcio di rigore contro di noi in quel memorabile Fiorentina- Juventus poiche’ doveva farsi perdonare l’affronto di aver voluto la cessione alla Ju

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*