Pasqual e Di Natale, sfida tra due bandiere che non sventolano più come un tempo

Fiorentina-Udinese significa anche Pasqual contro Di Natale. Due simboli, due capitani (o presunti tali) finiti ai margini nelle rispettive squadre. Della fascia che non è più al braccio del 23 viola si è già scritto tutto e il contrario di tutto con lo stesso giocatore che, ieri, in occasione dell’inaugurazione del nuovo Fiorentina Store ha spiegato di aver accettato con professionalità la scelta di Sousa (che forse non approva) e di vedere questo “furto” come una motivazione in più per lavorare a testa bassa per riprendersi il posto. Anche su Di Natale si sta addensado qualche nube di troppo. Alle polemiche e i sussurri circa un suo addio al calcio giocato a fine anno il giocatore ha risposto prima con un’accesa conferenza stampa, poi con due gol nella sfida di Coppa Italia contro l’Atalanta, che ha permesso a friulani di superare il turno. I due, dovessero partire dal 1′, domani si ritroveranno faccia a faccia ma non per lo scambio dei gagliardetti visto che quel compito, in casa viola, toccherà a Gonzalo. Entrambi sperano di potersi giocare le proprie possibilità e chiudere la carriera nelle rispettive piazze, dove giocano ormai da più di 10 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA