Pasqual: “Era importante rimettersi in carreggiata e tornare a Firenze con entusiasmo. La mia Fiorentina più forte…”

Felice per il ritorno in campo da novanta minuti il capitano Manuel Pasqual: “Venivamo da te sconfitte e la volontà era quella di riprendere il ruolino di marcia di prima. Il Verona veniva da una situazione complicata la squadra si è mossa bene ed è stata brava a concretizzare quel poco che il Verona ci ha concesso. Per me già il fatto di aver fatto 90 minuti senza problemi mi conforta perché la squadra, sono contento e spero di trovare sempre più spazio. Richieste di Sousa? Cercava di darmi consigli su determinati movimenti o di correggere altri compagni più lontani. E’ un allenatore che vive a 360 gradi la partita, come se fosse un giocatore. Fa piacere perché è sempre dentro la partita. La classifica non va guardata e questa squadra deve continuare a correre come sta facendo, fregandosene dei risultati negativi. Siamo stati bravi ad ottenere questi tre punti. La nostra forza è quella di essere spensierati, poi la classifica la guarderemo semmai nell’ultimo mese. Cosa ci siamo detti dopo Napoli le Roma? Dopo quelle prestazioni dispaice raccogliere il nulla, stasera l’obiettivo era raccogliere il risutalto per tornare a firenze con unentusiasmo diverso. Dopo le sconfitte l’entiusiasmo va a calare, invece questa squadra è stata brava a rimettersi in carreggiata. Kalinic? Nikola è bravo ad attaccare gli spazi e la profondità, la sua bravura nel dare fastidio è stata decisiva sul primo gol. E’ un giocatore che si dà da fare e dà sempre il massimo, dovunque venga messo. La cosa bella è che siamo un gran bel gruppo e chiunque venga chiamato in causa si mette a disposizione. La mia Fiorentina più forte? Non lo so, tra le Fiorentine che ho visto quella meno attrezzata è quella che ha fatto il risultato più grande, nel 2005/06 quando arrivò quarta, fece qualcosa di importante. Speriamo che la Fiorentina di ora, che è più attrezzata, faccia qualcosa di altrettanto importante”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. bentornato capitano

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*