Pasqual: “Il rigore? Sono un professionista serio. E poi non ho esultato”

Al termine della partita tra Fiorentina ed Empoli ha parlato il grande ex, Manuel Pasqual, autore della rete decisiva, intervistato da Mediaset Premium: “Prima di tutto c’era qualche giocatore con qualche problema e con qualche acciacco di troppo. E in quei momenti deve venir fuori la personalità di chi è più esperto. Io sono un professionista serio e qualcuno doveva farlo. Io non ho esultato per rispetto dei miei ex tifosi. Lo dedico a mia moglie e ai miei figli. Sono tre punti che possono essere decisivi per la salvezza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

35 commenti

  1. Io questa non l’ho capita e sono uno che non capisce perché i giocatori non esultano quando segnano alle squadre dove hanno giocato in precedenza. Non ci vedo nessuna mancanza di rispetto.
    Pasqual l’avrei tenuto per quello che ha fatto e perché è nettamente m glio di maxi e milic messi insieme (e su questo punto sfido chiunque ad argomentare il contrario).
    Detto ciò non ho capito perché ha tirato il rigore. Fosse stato in passato un rigorista potrei anche capirlo ( in questo caso avrebbe fatto bene essendo un professionista) ma non mi sembra che a empoli abbia battuto qualche rigore e a Firenze non era il rigorista.

  2. Dovevi esultare…!!! Anche con rabbia per come sei stato trattato da questa pseudo società…!!

  3. Rigore o non rigore, ugualmente un bravo a Pasqual.

  4. Dal fischio finale di quello scandaloso arbitro non ho sentito e letto nessun commento, visto che su questo articolo su Pasqual non l’ha rimarcato nessuno, ma il rigore c’era? a me è sembrato completamente inventato.

  5. gattoneropedavvero

    Green…ti abbraccio per quel che hai detto
    e perchè hai sofferto come me…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*