Pasqual: “La Fiorentina disse no al Milan perché credeva molto in me. Vorrei meritare un altro rinnovo”

PasqualAtalanta

PasqualAtalantaAltre parole da parte del capitano Manuel Pasqual, che si è concesso a Radio Bruno Toscana: “A gennaio c’era la volontà da parte del Milan di prendere un giocatore in cui l’allenatore credeva molto. La Fiorentina però ha detto di no perché credeva ciecamente nel suo capitano. Sensazioni? Quando si cambia allenatore cambia il comando, per cui ci sono metodologie di allenamento diverse, pretese diverse sul campo. Però ho visto un bello spirito, i ragazzi hanno capito la voglia del mister di dare il massimo in quell’ora e mezzo in ci siamo impegnati sul campo. Rossi? Sono contento se sta facendo già contrasti, può essere uno dei nostri acquisti. Conosciamo le sue doti e qualità, può dare tanto a questa squadra. La speranza è di rivederlo il più velocemente possibile in campo. Concorrenza di Alonso? L’importante sarebbe riuscire a fare il numero di partire dell’anno scorso, o quasi, e parlo a livello di squadra, dopo essere arrivati in fondo anche nelle due coppe. A livello personale il fatto di avere un giocatore importante accanto fa dare anche quel qualcosa in più. Altro rinnovo? Vorrei meritarmelo, più che “strapparlo” alla Fiorentina. L’importante è che tutti abbiano visto cosa posso dare e soprattutto che metto sempre tutto in campo per questa squadra. Atteggiamento di Salah? Un po’ mi ha stupito, in campo ha sempre dato tutto e fatto grandi cose per la Fiorentina. Ognuno poi sceglie con la propria testa se rimanere o no e peccato per la società perché ha perso un giocatore di grande qualità”.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*