Pasqual: “L’anno scorso Andrea Della Valle si oppose alla mia cessione ma se devo essere un peso preferisco lasciare”

Ancora Manuel Pasqual: “Nel calcio di oggi i giocatori non rimangono solo per volere della società, è normale che sarei rimasto. L’anno scorso avevo trovato poco spazio e ad ottobre novembre non ero soddisfatto. Il reparto tecnico mi aveva detto che mi avrebbe lasciato andare se non ero contento. Alla fine era venuta fuori una squadra ma il presidente Andrea Della Valle pose il veto e non mi volle far andare perché mi reputava un uomo della Fiorentina. Avevo la stima di una delle punte della piramide. Poi è ovvio che se questa situazione si prolunga, io non avevo voglia di continuare a stare fuori. A 34 anni non ho la presunzione di fare 50 partite l’anno perché non ce la faccio; però giocando 10-12 partite accettavo il mio ruolo all’interno della squadra. Però se devo essere considerato come un peso, preferisco andare via, anche se la proprietà ha manifestato il fatto che gli dispiaceva. Me l’ha comunicato Andrea Della Valle abbracciandomi, io ho preso atto, mi dispiace solo per chi ha preso la decisione non me l’ha detto in faccia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*