Pasqual: “Suarez ha grande personalità. Stiamo assimilando i concetti di Sousa, ecco cosa cambia rispetto a Montella”

image

Al termine dell’amichevole col Benfica il capitano Manuel Pasqual ha rilasciato queste dichiarazioni al sito della Fiorentina: “Abbiamo giocato bene, peccato che non sia arrivato il punteggio pieno. La squadra sta assimilando i concetti del mister e si è mossa bene. Suarez è un giocatore di grande personalità, importante, non è una sorpresa, è duttile e fa entrambe le fasi. Deve solo migliorare l’intesa coi compagni ma è un ottimo acquisto. Rispetto a Montella abbiamo l’obbligo di recuperare palla in fase difensiva, è una mentalità di gioco diversa, giochiamo con solo due centrocampisti. C’è ancora tempo, la società piazzerà qualche colpo. Rui Costa? E’ stato un giocatore importante per Firenze e per l’Europa intera.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Non ci capirò mai niente di calcio.
    Capitano spiegami una cosa ma se devi recuperare palla (quindi la palla è degli avversari) non si tratta sempre di una fase difensiva, oppure il recupero palla si fa anche quando abbiamo noi la palla?
    Il capitano non può rispondermi, ma qualche esperto mi chiarisce? Grazie

  2. Mi pare che ci cerchi di costruire una squadra che abbia meno attenzione alla qualità e piu’ attenzione all’aspetto grinta e corsa. E’ forse un calcio piu’ italiano e con meno aspirazioni europee e che certo fa meno sognare. In astratto per me è un passo indietro a livello di visione e di aspirazioni e quindi lo giudico un ridimensionamento. Ma magari mi sbaglio e comunque la visione è cosa di lungo periodo, diversa dai risultati nel breve.

  3. E’ pur vero che se hai un Pizarro in squadra, la rapidità nel rovesciamento di fronte va a farsi benedire.
    Pizarro teneva troppo palla a volte e il gioco doveva 9 su 10 passare dai suoi piedi. Forse si guadagnava in geometrie ma si perdeva in velocità ed imprevedibilità.

  4. Ora come ora che possiamo dire Manuel?, aspettiamo e vediamo a fine agosto che squadra avremo. Di sicuro io non rimpiango mai chi fa o sta per fare le valige, però sono contento di vedere che abbiamo un giocatore che da 11 anni veste con orgoglio e professionalità la maglia viola.

  5. La mentalità di Sousa è quella giusta. Rapidità grinta e tecnica.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*