Passi in avanti per Hagi, bene Rossi e Zarate. Male Lezzerini e Bagadur, Diks da rivedere

MOENA – Nella vittoria per 2-1 contro il Trapani sono diversi i giocatori della Fiorentina che si sono messi in mostra. La novità più positiva è sicuramente Ianis Hagi: il centrocampista rumeno è parso finalmente all’interno della manovra gigliata ed ha mostrato spunti tecnici notevoli. In particolare il colpo di tacco che ha liberato Zarate per il 2-0 viola è una giocata da vedere e rivedere. Conferme anche per Giuseppe Rossi che, oltre a segnare il pareggio dagli undici metri, ha mostrato una condizione fisica in crescita che gli ha permesso di rimanere in campo per tutta la partita. Nota di merito anche per Mauro Zarate, che nel primo tempo è stato un martello continuo per la difesa del Trapani: gran parte delle azioni della Fiorentina sono partite dai piedi dell’argentino. Nella ripresa l’ex Lazio è calato fisicamente, ma è stato bravo e freddo in occasione del 2-0. Brutte notizie arrivano da Lezzerini e Bagadur: il primo ha commesso un errore colossale sulla punizione di Barillà che ha portato al vantaggio dei siciliani. Il difensore croato è parso molto insicuro e un suo errore in fase di costruzione del gioco stava per creare una potenziale occasione per il Trapani. Passi indietro per Kevin Diks, entrato nella ripresa e che non è mai entrato nel vivo del gioco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*