Paulo Sousa: “La squadra ha speso molto ma la vedo in crescita e sempre più convinta. Sassuolo ci richiederà un livello top”

Con due giorni d’anticipo sulla sfida di Sassuolo, torna davanti alla stampa Paulo Sousa che riparte dalla prestazione di Basilea: “Credo che la squadra stia crescendo, sul piano caratteriale. I ragazzi ci credono sempre di più, sono sempre più chiari e decisi in quello che fanno, riescono a prendere decisioni più veloci all’interno della partita, in questi momenti di difficoltà. Per questo ho parlato di fiducia dopo Basilea; io cerco di migliorarli prendendo le migliori decisioni. Abbiamo bisogno di tutti, alcuni hanno bisogno di più tempo per arrivare al livello della squadra di oggi. Uno degli elementi che condizionano questo aspetto è la necessità di competere, che mi costringe a pensare a tutti. Come stanno Kalinic e la squadra? Nikola è un giocatore che è innamorato del calcio, gli piace giocare, in diverse partite ha già preso tante botte. Le regole arbitrali sono chiare ma dobbiamo rispettare i giocatori. La squadra ha speso molte energie, oggi farà 48 ore di recupero, oggi solo questo. Ieri con quelli che non hanno giocato abbiamo un lavoro di compensazione in modo da portarli al livello di quelli scesi in campo giovedì. Solo da domani lavoreremo sulla tattica per lunedì. Caratteristiche del Sassuolo? Già da venerdì abbiamo cominciato a pensare e guardare alle caratteristiche del nostro avversario, con il mio staff. Hanno diverse caratteristiche da dimensionare, la stabilità di un allenatore e la pianificazione sportiva, che quando sono continue portano a risultati eccellenti. E’ una squadra che può competere a livelli alti, sia in casa che fuori e son molto contento di vedere società che la pensano in questo modo. Sarà una partita difficile, per la velocità, la capacità di verticalizzare che hanno, con cambi di direzione repentini. E’ una squadra con grande predisposizione al lavoro, che gli permette di pressare ed avere profondità offensiva. Individualmente sono tutti di grande qualità, per questo la partita ci chiederà un livello altissimo per vincere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Ho visto diverse gare del Sassuolo e devo ammettere che è una squadra molto tosta da prendere con le Pinze. Ma sono comunque fiducioso che la nostra sqaudrà sfodererà un’ altra prestazione super come quella vista contro l’ Inter e la Samp. Vincere a Reggio significherebbe non avere più nessun alibi sull’ essere una seria petendente allo scudetto.

  2. Non ci sono alibi. A reggio x vincere. Crederci al massimo. Imparare dagli errori commessi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*