Paulo Sousa: “Ripartirò dalle basi poste da Montella cercando di abbinare le mie idee di calcio. Su Gomez e Israele…”

image

sousaPaulo Sousa: “Gomez? Tutti i giocatori sono importanti, adesso devo prendere le misure per quella che è l’idea di dove dobbiamo arrivare. Esperienza in Israele? Io do grande importanza ai valori umani e dovunque vada cerco di capire le persone e le loro caratteristiche. Spero di arrivarci anche qui. Rifondazione o ripartenza? Io sono sempre ripartito dai giocatori che ho trovato. Sono un grandissimo fan di Montella e ha fatto un grande lavoro proponendo un calcio coraggioso. Non metto mai da parte quello che è stato fatto prima: cercherò di prendere le cose migliori di Montella e abbinerò le mie idee di calcio. Sono ambizioso e coraggioso e voglio questo dai miei giocatori. Voglio lasciare una mia impronta a Firenze. Non contano i moduli ma bisogna lavorare sulla mentalità dei giocatori. I moduli per me sono un qualcosa di statico e servono solo per cercare di far rendere i giocatori al massimo. Per me contano ambizione e coraggio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA