Paulo Sousa: “Vorrei vedere la Fiorentina sempre così. Ho scelto Kalinic, Ilicic e Bernardeschi perché…”

Sousa Barcellona 5

Sousa Barcellona 5

Il tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa, non poteva cominciare nel modo migliore: “Ho trovato una grandissima predisposizione dei miei ragazzi che trasferiscono in campo tutto quello che cerchiamo di fare in allenamento spiega Sousa a Sky – e questo è positivo per un allenatore. Una qualità tremenda in tutti i momenti di gioco, una prestazione perfetta per arrivare ad un risultato perfetto. Siamo andati bene anche sul piano fisico e atletico. La mia ambizione è sempre quella di  vincere non mi vedo a pensare ad altro. Cerco sempre di guardare i miei giocatori e arrivare assieme a loro al massimo della performance. Vorrei vederli sempre come li ho visti oggi in questa partita. Guardiola? Io mi ispiro a tutti. Quando tu analizzi gli altri, cerchi sempre di ispirarti. La scelta di Kalinic perché capisce bene il gioco e l’ho preso in considerazione per questa partita. Ilicic e Bernardeschi stanno lavorando benissimo e hanno una grandissima intensità nonché voglia di fare bene”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. L’obiettivo è vincere sempre. deve giocare chi sta meglio quindi ho condiviso le scelte. e sul modulo è giusto che la squadra abbia la possibilità di fare più moduli. Su gioco e grinta bene ma si può fare meglio. Si deve essere più spietati in tutti i ruoli. Qualcosa abbiamo concesso e abbiamo sbagliato troppe occasioni. La strada comunque è quella giusta e il lavoro paga. Ora testa al toro. Bisogna vincere.

  2. Centrocampo forte, la difesa e l’attacco ne beneficiano.
    Ma Sousa questo lo sa bene!

  3. La cosa che mi ha fatto più contento al di là del gioco è’ un altra.
    Finalmente si arriva alla prima di campionato con una degna condizione fisica, ho visto corsa e reattivita veramente molto buone.
    Speriamo duri.

  4. Penso a cosa si poteva fare il campionato scorso con Sousa….quella squadra era più forte di questa, solo nella mani sbagliate….complimenti al Mister e spero che continui a farci divertire

  5. Abbiamo giocato contro il Milan, squadra secondo gli addetti che lotterà per il titolo, senza Astori, Suarez, Joaquin, Vecino, Babacar e Rebic per almeno 70 minuti qualcuno si è accorto della loro assenza? Sousa e’ sicuramente un mister fuori dagli schemi e molto bravo però condivido che se la proprietà gli regalasse un paio di elementi, esterno basso e un centrocampista dato che siamo impegnati su tre fronti, sarei più tranquillo.

  6. Che bello vedere un centravanti e giocare finalmente in 11.
    Ricordo a quelli che protestavano perché bisognava insistere con Gomez, perche il gioco di Montella e poi quello di Sousa non era adatto, perché uno che ha segnato tanto in carriera, perche etc etc!!!
    Si prende Kalinic, ossia una soluzione low cost, un centravanti sconosciuto a molti (anche al sottoscritto fino a quattro mesi fa) e gli occhi brillano.
    Non so a voi ma sicuramente a me sono brillati dopo pochi minuti al primo movimento a tagliare dentro proteggendo il pallone nel corridoio col corpo.
    Poi mi sono continuati a brillare a vedere il continuo movimento e l’andare incontro alla palla giocandola con intelligenza, anche nelle due situazioni di contropiede, allargandola a chi arrivava da dietro, piuttosto che affondare.
    Gomez ed i suoi ciechi sostenitori hanno finalmente capito cosa significa avere un centravanti.

  7. Io faccio solo un applauso alla società per le scelte. Questi ci capiscono e basta. Migliore in campo Pradé! Sousa ottimo per proseguire il lavoro di Montella. (altro che dov’é Montolivo? Dove sono quelli che non volevano il portoghese?!)

  8. Aspettiamo ancora per giudicare, ma per ora e’ confermata la sensazione di Sousa come un bravo allenatore, oltre che una brava persona, con un gioco concreta ed in verticale, peraltro pronto a far giocare i giovani ed anche coraggioso, laddove ha escluso dei “titolari”, facendo addirittura giocare Roncaglia centrale. Vincere col Milan che ha speso milioni, e’ già un gran bel risultato; poi ha gia’ rinvigorito una serie di giocatori (Tomovic, Roncaglia, Borja), la squadra gioca bene ed ha un suo calcio!
    L’unico dubbio semmai e’ che i gol sono su calcio da fermo, alcune palle perse malamente dalla difesa, Astori (ma non conosce ed ha assimilato ancora gli schemi) e forse una fluidità nelle ripartenze ancora non ottimale. In ogni caso rispetto all’anno scorso sembrerebbe che il gioco concreto possa rendere più facile le vittorie in casa, ora il banco di prova e’ dato dalle trasferte, dove Mobtella e’ stato un maestro in questi anni (vittorie in trasferta al pari di quelle in casa), sperando vengano ripetute le innumerevoli vittorie esterne!
    Per ora voto 8

  9. Sono contento, il Milan praticamente non ha mai tirato in porta… merito anche della difesa dove però ho visto (a parte il goal da 10 e lode) un Alonso impreciso e “debole” ed un Astori da rivedere.
    Bene Ilicic (rigore battuto da manuale), buona visione di gioco e maggior dinamismo. Ottimo Kalinic, interessante Gilberto. Peccato non aver visto Rebic

  10. Nazione é solo leghista tu invece sei l’unico ridicolo a piangere x montella buffone torna a nasconderti asino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*