Questo sito contribuisce alla audience di

Pazienza e tempo, la Fiorentina che non c’è nasce da un errore

Ci vuole pazienza e tempo per la Fiorentina, ed è vero, perché una squadra così giovane e assemblata nei giorni immediatamente precedenti all’inizio del campionato, comporta un periodo transitorio in cui non ci sono certezze. Ecco dunque che il campionato è iniziato senza la Fiorentina con Pioli che deve accelerare i tempi e costruire nel minor tempo possibile un gruppo e una squadra che si sappia trovare a memoria in campo. Non un compito facile visto che sono praticamente tutti giocatori nuovi, ma il tempo comincia a scarseggiare.
Si è arrivati a questo punto per un errore alle origini di questa nuova stagione, ovvero un ritardo incredibile e anche strano da parte di Pantaleo Corvino. Che li ciclo della Fiorentina fosse finito lo si era capito da mesi e anche che tanti giocatori se ne sarebbero andati, ma tutte le cessioni in questo mercato hanno richiesto tanto, troppo tempo, segno che non erano state pianificate e anche gli acquisti sono andati di conseguenza. Ecco dunque che alla fine la Fiorentina ha visto arrivare alcuni dei suoi titolari giusto pochi giorni prima dell’esordio in campionato contro l’Inter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  1. Squadra costruita per ridurre le spese e per fare plusvalenze e possibilmente per rimanere in serie A perche’ in B avrebbe meno valore per un eventuale nuovo proprietario.Corvino preso essenzialmente per vendere e lui questo ha fatto…poi sentire dire che la proprietà ha fatto grandi sforzi,credo sia una caduta di stile che rasenta la presa per i fondelli.

  2. Corvino è un presuntuoso e arrogante, come chi lo paga, acquista solo per fare numero, senza programmare nulla. Sono anni che servono due terzini e ogni anno prende calciatori da Lega Pro, solo perché intrallazza con i loro procuratori. Dixs, Salcedo, Oliveira e Biraghi, ma non scherziamo. Vogliamo parlare di Cristoforo, Dragowsky, Sanchez e Vitor Hugo?
    Con la cifra che ha avuto in mano, Pradè ci faceva vincere lo scudetto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*