Pedullà: “Calleri vuole sbarcare in Europa, Tello può rimanere a Firenze con un prestito con obbligo di riscatto. Gabbiadini…”

Tello in azione. Foto: Activa Foto

L’esperto di mercato Alfredo Pedullà è intervenuto a Radio Bruno Toscana: “Rui Costa? Questa situazione di stand by potremmo trascinarcela fino al weekend. Il Benfica non vuole perdere Rui Costa, nonostante un ultimo periodo in cui il portoghese non è stato al centro del progetto lusitano. Affari tra Bologna e Fiorentina? Per come hanno trattato Corvino non credo, i modi scelti dal club felsineo non mi sono piaciuti: poi nel calcio ci può stare tutto. Gabbiadini non entrerà nell’operazione Diawara, è più facile che entri nell’eventuale trattativa con la Fiorentina per Vecino. Chi acquista l’ex Napoli fa veramente un gran colpo: se dovesse rimanere in Italia i viola sono una delle squadre favorite per prenderlo. Il mercato è in stand-by perché il direttore sportivo si è insediato da poco e non perché Corvino sta aspettando la sua spalla. Calleri potrebbe essere un ipotesi per la Fiorentina, visto che a gennaio il Bologna è andato ad un passo dall’acquistarlo. Il suo sogno è sbarcare in Europa. Tello? Al secondo anno le condizioni dovranno essere cambiate, sarebbe sorprendente un altro prestito. L’idea buona potrebbe essere quella di un prestito con obbligo di riscatto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. mastro geppetto

    Sportiello
    Zappacosta gonzalo astori alonso
    Vecino Badelj borja
    Bernardeschi liajic
    Immobile

    Lezzerini
    Piccini lopez izzo masina
    Bruno f. Verre viani
    Tello giaccherini
    Kalinic

    Così si può ambire al 3 posto, alla coppa Italia e alla finale di Europa league.
    Se facciamo una squadra + scarsa di questa e’ inutile che ci vengano a raccontare grandi storielle.
    Ricordiamo che la juve e’ inarrivabile, il napoli si migliorerà, la roma con l’innesti giusti sarà molto forte e in + dobbiamo metterci il mercato dei cinesi di inter e milan.
    Svegliamoci perché sennò si arriva 6 il prossimo anno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*