Pedullà: “Cognigni e Ramadani si sono incontrati per parlare di Ljajic”

Ljajic disappunto

Il noto esperto di mercato Alfredo Pedullà ha fatto il punto su quello che potrà essere il mercato della Fiorentina a Radio Bruno: “Penso che ci sarà una mini rivoluzione per quello che riguarda il mercato. Dovremo poi vedere quello che accadrà con Dennis Praet, dato che il suo agente che un giorno dice una cosa e il giorno dopo un’altra. Con Corvino ci sarà di sicuro maggior segretezza per quanto riguarda le trattative. Il 15 aprile a Milano c’erano Ramadani e Cognigni, penso che abbiano parlato di Ljajic. Il giocatore serbo piace anche in Inghilterra, e vale meno dei 10-11 milioni chiesti dalla Roma all’Inter la scorsa estate. Per Diawara bisogna capire come sono rimasti i rapporti tra il Bologna e Corvino, un altro suo pallino è Graziano Pellè. Per Pavoletti c’è la possibilità che voglia andare al Milan, squadra che ha sempre imbastito molte trattative con il Genoa; l’attaccante vale 15 milioni e più, e Preziosi non vuole quasi mai delle contropartite tecniche. Se Vecino dovvesse essere ceduto al Napoli non penso che Duvan Zapata possa essere inserito nella trattativa; forse verrà inserito Valdifiori. Se però la Fiorentina chiederà l’intera clausola sarà un’operazione complicata. Concludo dicendo che Tomovic è sempre piaciuto a Mihajlovic“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Erossi@gmail.com

    La fiorentina ha 5 manager a libro paga e Cognigni va a Milano con Ramadani????che tipo di contratto ha questo individuo o lavora in nero??
    Se fossi uno dei 5 manager mi dimetterei,certo avendo la dignità! !!!

  2. Certo cedere Vecino che insieme a Bernardeschi è l’unico che può solo migliorare il prossimo anno e per giunta prendere come contropartita Valdifiori ,sarebbe da denuncia speriamo che ciò non accada.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*