Questo sito contribuisce alla audience di

Pedullà: “La Fiorentina ha in mano il destino di Kalinic. Chiesa diventerà il fulcro del progetto della Fiorentina”

Il giornalista e noto esperto di mercato Alfredo Pedullà è intervenuto a Radio Bruno Toscana per analizzare i movimenti in entrata ed in uscita in casa Fiorentina. Queste le sue parole: “Sia per Jesè che per Krychowiak il Paris Saint Germain non credo che si permetterà di fare richieste troppo alte dopo aver preso Neymar dal Barcellona. Questo atteggiamento potrebbe veramente avvantaggiare la Fiorentina. Per Kalinic credo che tutto dipenderà da come la Fiorentina vorrà muoversi in tal senso, quanto intenderà aspettare, se mettere un limite a Ferragosto oppure addirittura a fine mercato. Personalmente penso che per un giocatore non contento di restare si possa aspettare anche fino al 20 di Agosto. Credo che chi si aggiudicherà Zapata prenderà un giocatore molto diverso da Simeone, ma con margini di miglioramento migliori e proto ad esplodere. Chiesa in azzurro? Non credo che avvenga. Non penso che possa andare a Napoli neanche nella prossima estate. Dopo tutto il polverone che si è alzato quest’anno mi stupirei se Chiesa non venisse blindato e messo al centro del progetto viola, puntando tutto su di lui. Credo che su Chiesa la Fiorentina costruirà un ciclo di 2/3 anni”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Vale la pena trattenere Kalinic controvoglia?
    Mi piacerebbe molto che restasse in viola ma solo se ritrovasse motivazioni vere per fare un altro buon campionato.

  2. Casarsa, concordo con Te.
    Chiesa è un altro regalo per Firenze.
    Fino a gennaio o giugno 2018.
    Unica speranza : cessione societaria dei ciabattini arroganti e dispettosi.

  3. Un ciclo di due anni? già, è un’eternità per i Della Valle, più facile uno di una settimana, quello mestruale, via questa compagnia di guitti da Firenze, l’unico investimento che hanno fatto è stato quello di pagare il premio di valorizzazione al Benevento per Venuti, ma lì c’è il terzo fratello, Clemente Mastellone, dovevano fargli vedere quanto sono munifici.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*