Pedullà: “L’offerta del Tianjin era scesa a trentacinque milioni, costringendo Kalinic ad uscire allo scoperto. Zarate…”

L’esperto di mercato Alfredo Pedullà ha parlato a Radio Bruno Toscana: “L’offerta del Tianjin Quanjian ieri è scesa a trentacinque milioni a causa delle commissioni alte, costringendo Kalinic ad uscire dallo scoperto. La gestione della trattativa è stata assurda e c’erano troppe persone interessate alla buonuscita della trattativa. L’affare Zarate non dipendeva da quello di Kalinic: l’operazione va in porto, la Fiorentina incassa 2,5 milioni risparmiano diversi soldi sull’ingaggio e siamo quasi allo scambio dei documenti. Scalera? Non può arrivare alla Fiorentina in prestito con diritto di riscatto perché a giugno andrà in scadenza. Domani si vedrà con il procuratore per discutere del rinnovo del contratto con il Bari“. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Keo, guarda che in società non vedevano l’ora di venderlo altro che hanno capito l’antifona è che con il no di Kalinic chi lo voleva vendere e faceva il furbetto dicendo il contrario è rimasto spiazzato.

  2. Quindi se i dv vendono Kalinic sotto 50 sono buffoni
    Se non lo vendono a 38 sono buffoni
    Mi sa che quando ce di mezzo un Lippi sono solo truffe e ambiguita

  3. Kalinic ha detto di no e se questo e’ un modo x far tirare piu’ soldi fuori ai cinesi e’ un ipotesi.Il fatto concreto e’ che tra societa’,procuratore,Ramadan e altri nella ombra,dimostrano che l interesse reale e’ quello di spedire Kalinic in Cina e intascare soldi,alla faccia dei clienti che aspettano chissa’ cosa …

  4. A ragione i Tenarani anno rifiutato cueste estate 32+3 di bonus dal Napoli e lo vendano ora a 38. È chiaro cosi se le mettano tutti in tasca e ti dicano che no ce tempo di spenderli. Buffoni

  5. I Buffoni Dei Della Balle gli stanno mandando ramadani a convincerlo ad accettare la proposta dei cinesi. Sono rimasti spiazzati cuesti Burattini

  6. non c’è niente di nuovo,era chiaro che la Fiorentina voleva vendere kalinic tantè che non rilasciano comunicati ufficiali speranzosi di poter ancora concludere l’affare.
    tutto molto chiaro da anni purtroppo

  7. RICORDATEVI QUESTE PAROLE. dentro l’affare c’era Davide Lippi, di la’ Cannavaro ad allenare; la storia l’hanno impostata loro per portare via Kalinic a una 30ina di mln, 8 andavano di commissioni-affare…..qualcuno non completamente strullo in societa’(Ramadani-Corvino) ha capito l’antifona e la frittata e’ fatta. Solito metodo Juve – Moggi – Fiat….sempre i soliti furbi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*