Pedullà: “Non capisco che ruolo abbia Angeloni ma ha fatto un naufragio in Argentina”

Angeloni

A Radio Bruno, l’esperto di mercato Alfredo Pedullà commenta l’insuccesso viola per Mammana: “Che per il difensore ci sia un ritardo non devo certo sottolinearlo io ma non vendiamo per fenomeno qualsiasi difensore. Non ho capito molto il ruolo di Angeloni nella Fiorentina, di lui ricordo solo di quando al Sunderland non prese a parametro zero Eder. Non ho capito quindi bene il perché sia stato mandato in Argentina, dove non serve soltanto la diplomazia ma anche la furbizia. E’ stato di fatto un naufragio, perché è stato 4-5 giorni lì, senza poi concludere niente. Le strategie prevedevano inizialmente Lisandro Lopez, mentre Mammana non era neanche considerato. Io sono per le cose alla Zukanovic, risolte in pochi giorni; ora è normale trovare difficoltà e se prendere qualcuno tanto per prenderlo, mi sembra inutile. Trattative non chiuse? C’è un budget, ci sono direttori molto svegli, mediamente svegli o addormentati, quelli che sbloccano situazioni o che le ingarbugliano. Per me c’è stata una lentezza iniziale, poi un’insistenza eccessiva su Lisandro, l’inviato in Argentina non ha ottenuto nulla. Adesso si è al tentativo disperato, che secondo me proveranno, oppure su un’alternativa importante”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

33 commenti

  1. Se non sbaglio proprio Pedullà rispose su Angeloni, al suo inatteso arrivo, in modo netto e negativo, dicendo che era da tempo che faceva più danni che altro. Nel mondo ipocrita del pallone un attacco diretto è insolito: o c’è del personale o è proprio palese. Comunque se ti danno i soldi che ci vogliono a comprare son boni tutti, no?

  2. Mi sembra che sia Salah che Milinkovic ci abbiano fatto il c**o a FIrenze…..

  3. Ma ANGELONI la trattativa l’aveva condotta quasi a termine. Mi sembra davvero inverosimile che il repentino cambio di rotta sia farina del suo sacco. Non dimentichiamoci che dirigenti, direttori, mega super funzionari o che dir sivoglia, sempre dipendenti sono!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*