Questo sito contribuisce alla audience di

Pedullà: “Sarebbe clamoroso se Kalinic non andasse al Milan”

Kalinic contrastato da Acerbi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

L’esperto di calciomercato, Alfredo Pedullà, a Sportitalia parla così del futuro di Nikola Kalinic, sempre vicino al passaggio al Milan: “A questo punto sarebbe clamoroso se Kalinic non andasse al Milan. Di solito quando c’è la volontà del giocatore alla fine una soluzione si trova sempre”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

18 commenti

  1. Cavolo!
    Dovremmo calare le braghe solo perché questo str…. vuole andare solo al milan? ??
    I rossoneri hanno speso oltre 200 mln per rifare la squadra e adesso non hanno 25 mln per pagare la Fiorentina?

    Morti di fame. ..

    È logico che il giocatore ha avvelenato i rapporti con la società e adesso non può pretendere una soluzione amichevole…
    Chi semina vento raccoglie tempesta!

  2. Caro Pedulla’ il vero problema e’ che ti pagano pure per per parlare della fuffa, come uomo nn mi esprimo, come giornalista sei piu’ fastidioso di una nuvola di zanzare

  3. Stefano Versilia

    Alle brutte resta e si gioca col 4-3-1-2

  4. Dovete Pagare MILANISTI PEZZENTI

  5. non c’è nulla di clamoroso…niente soldi niente giocatore, rifiuta l’everton e non si allena minimo salariale e tribuna (magari io il minimo salariale)

  6. Pedulla’ É tre anni che lo mettete come esperto
    di mercato, non ci capisce una ****.
    Caro Pedulla’, se il Milan non paga Kalinic sta fermo ai box.
    Non capisco però una società che è proprietaria del cartellino e non può scegliere di dare Kalinic a ll’Everton.
    Come anche Bernardeschi che è stato dato per forza alla Juve.

  7. il depresso di Pontassieve

    Caro Pedullà il Milan ha comprato una decina di giocatori pagandoli regolarmente il loro intero valore. Perché la Fiorentina deve fare sconti sul croato? .qui Corvino fa bene o Cash o nulla

  8. L’esperto di mercato Alfredo Pedullà parla così della campagna acquisti della Fiorentina:

    “Il calciomercato viola può essere chiuso ma potrebbe anche restare aperto. Se lo comprano può arrivare un altro attaccante, ma se decidono di non comprarlo, non arriva. Babacar è senegalese. Egli può essere ceduto ma anche rimanere. Nella prossima stagione la Fiorentina giocherà 38 partite di campionato, 19 in casa e 19 in trasferta, e arriverà sicuramente in una posizione tra la prima e la ventesima. Se arriva prima vince lo scudetto, ma le basta arrivare seconda per non vincerlo più. Pioli è l’allenatore della Fiorentina fin quando non lo esonerano, altrimenti ne arriva un altro.
    Il calcio è uno sport di squadra, praticato con un pallone su un campo di gioco rettangolare, con due porte, da due squadre composte da 11 giocatori, dieci dei quali possono, in generale, toccare il pallone solo con i piedi, il corpo e la testa mentre un solo giocatore (il portiere) posto a difesa della porta, può toccare il pallone anche con le mani.
    L’obiettivo del gioco è quello di segnare più punti (detti gol o reti) della squadra avversaria, facendo passare il pallone fra i pali della porta avversaria entro due tempi da 45′ ciascuno.”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*