Questo sito contribuisce alla audience di

Per Babacar non c’è due senza tre

Babacar continua a masticare amaro: a ventiquattro anni non ha mai avuto la possibilità di iniziare una stagione con la Fiorentina con i gradi di titolare. Prima Gomez, poi Kalinic e infine Simeone: il senegalese si è sempre visto acquistare degli attaccanti titolari e le sue stagioni sono sempre iniziate di rincorsa, con la possibilità più che altro di subentrare a gara in corso. La media gol per minuti giocati è sempre a suo favore, anche se le reti evidentemente non sono mai bastate a salire le gerarchie di Montella prima, Sousa poi e adesso con Pioli la solfa sembra la stessa, relegando l’attaccante alla stregua di panchinaro di lusso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Fortunato lo è, (per lo stipendio!).
    Per il resto, forse, non deve essere molto intelligente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*