Questo sito contribuisce alla audience di

Perché Vitor Hugo al posto di Astori non è una bestemmia

Vitor Hugo, lo scudettato brasiliano arrivato in estate alla Fiorentina dal Palmeiras per 8 milioni di euro più le commissioni ad intermediari e procuratore, ha fin qui collezionato 3 sole presenze con la maglia viola, di cui appena 1 (la prima in Campionato) da titolare.

Chi conosce poco il calcio internazionale, in particolare quello sudamericano, lo ha già etichettato come “bufala”, quando invece è normale che un giocatore che arriva da un calcio così diverso abbia bisogno di tempo per capire dei meccanismi di gioco completamente differenti. Ma ciò non basta per spiegare bene la situazione: il difensore brasiliano infatti è arrivato per fare il titolare della nuova difesa della Fiorentina insieme ad Astori, ma in pochi si sono accorti che è un mancino (come tutti i giocatori non scarsi sa usare anche l’altro piede, ma non è né destro e né ambidestro come qualcuno esclamava) e 2 mancini, chi ha giocato a calcio lo sa, si fa fatica a schierarli insieme come centrali in una difesa a 4. Per fortuna che Pioli lo ha capito subito ed è corso ai ripari chiedendo un centrale di piede destro, tanto che è stato acquistato l’ottimo Pezzella dopo Ferragosto, in prestito con diritto di riscatto.

Vitor Hugo non sarà un fenomeno, ma è un buon difensore, molte forte fisicamente, abile nella marcatura, arcigno e capace di realizzare diversi goal sui calci piazzati. Forse un po’ troppo irruento (falloso) e da educare in certi interventi, ma per vederlo al suo livello serve schierarlo nel suo ruolo: quindi a sinistra in una difesa 3, o nel centro-sinistra in una retroguardia  a 4.

Ora visto che almeno dall’inizio la difesa a 3 non è nelle idee di Pioli (che è passato ricordiamo dal 4/2/3/1 al 4/3/3 migliorando la tenuta del centrocampo ed esaltando nello specifico le prestazioni di Benassi), è una bestemmia pensare di far rifiatare il nazionale e capitano Astori qualche partita (visto che ultimamente è apparso in difficoltà e fuori forma) per far spazio all’ex Palmeiras, che ha bisogno come il pane di giocare? Secondo me no, ma serve dargli fiducia ed avere il coraggio di prendere una decisione coraggiosa e magari non molto popolare (Astori viene giustamente visto come uno dei pochi rimasti fedeli alla maglia viola durante la rivoluzione estiva).

Male nella prima di Campionato (ma schierato fuori ruolo, appunto come difensore centrale di destra), bene da subentrato nella difesa a 3 contro Bologna ed Udinese, ora aspetta la sua nuova chance da titolare, al fianco dell’inamovibile Pezzella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Ma con la crisi di terzini il rientro di saponara perché non provare un 3 3 3 1
    Sportiello
    Pezzella astori Hugo
    Benassi badelj veretout
    Therou saponara chiesa
    Simeone

  2. Victor Hugo, mi pare sia stato il primo centrale acquistato da Corvino e sarebbe troppo riduttivo e poco gratificante dire che un Ds non sa con quale piede gioca; Astori sta attraversando una fase negativa, ma si spera che non durerà per sempre; se proprio Pioli dovesse pensare ad una sostituzione, io penserei a Milenkovic, Hugo è un buon giocatore, ma ancora non adattato al calcio europeo, lo vedo lento nei movimenti, ancora influenzato dal calcio brasiliano. Pezzella è arrivato in ritardo per vari motivi, legati anche al rapporto con la sua società…ed è arrivato, non perchè Hugo foaae ritenuto poco idoneo, ma perchè Pioli ha espressamente richiesto 4 centrali; il suo modulo non lo prevedeva, ma ha valutato anche la possibilità di una difesa a tre.

  3. Non infierite su astori, poverino sta’ gia’ perdendo una pacca di bigliettoni se non va al mondiale.

  4. pioli deve far giocare chi sta meglio ed è più pronto, il posto sicuro non deve averlo nessuno

  5. sono 2 mesi che si invita Pioli a provare in allenamento Astori terzino sinistro con Hugo e Pezzella centrali!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*