Pereira non può andarsene. Prima deve risolvere l’affare Tello

Tello Verona

Dimesso! Anzi no, Pedro Pereira, scrive La Nazione, ha sì presentato le sue dimissioni alla Fiorentina ma dovrà aspettare la scadenza naturale del suo contratto (fine giugno) per lasciare i viola visto che l’addio è stato formalizzato ma non notificato. Infatti la Fiorentina conta molto su di lui per risolvere la questione Tello con i viola che puntano ad uno sconto da parte del Barcellona per acquistare il giocatore, visto che l’ipotesi rinnovo del prestito sembra stata scartata dagli spagnoli. Dunque Pereira legato a Firenze, qui per risolvere l’ultimo caso della sua gestione, poi a fine giugno, come tutti gli altri, lascerà definitivamente la Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Condivido il pensiero di Gabriele. Personalmente non lo riscatterei.

  2. Ora vi immaginate con che spirito Pereira, costretto a rimanere fino alla fine di giugno, condurrà una trattativa così importante.
    Vedrete come andrà a finire !
    Questa società , volente o nolente si trova sempre in queste situazioni paradossali, sono dei dilettanti allo sbaraglio e ancora non hanno capito come muoversi in questo mondo, qui i contratti valgono zero, e se un tuo dirigente se ne vuole andare, lo devi lasciare cercando di giocare d’anticipo con certe situazioni per non farsi trovare impreparati !
    Con Pradè che era in scadenza giugno 2016 ,non hanno avuto nessun problema a liquidarlo subito, come mai c’è da chiedersi ?, semplice perchè ormai da tempo c’era dietro Corvino e non si sono fatti trovare impreparati, lo stesso dovevano fare con Pereira perchè le sue dimissioni erano state da tempo annunciate !

  3. Bah, c’è qualcosa che non mi quadra in questo ragionamento. E se Corvino e/o Paulo Sousa non lo volessero riscattare?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*