Perotti: “Ecco perché Tino Costa non si è ancora ambientato a Firenze”

Activa Foto
Activa Foto

L’attaccante della Roma Diego Perotti a Tuttomercatoweb.com ha una battuta su Tino Costa, che non si è ambientato in viola: “Io lo conosco da quando giocava al Valencia, è un giocatore fortissimo che ha avuto la sfortuna di avere tanti problemi fisici. Però quando è al 100% ha un ottimo piede sinistro e può essere un giocatore importante per la Fiorentina”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Aquilani fischiato,Badelj idem,Neto pure,Alonso fischiato ma se neanche Borja e Gonzalo vi vanno bene dove cavolo volete arrivare.Altro che Champion League vi meritate che Della Valle vendano cosi’ da assaporare un po’ di Serie B..di nuovo.Che delusione i fans viola

  2. se sta bene può essere importante ma noi abbiamo bisogno di gente pronta e rapida!!

  3. Semplice, xche è scarso!

  4. sì xò lo si sapeva che arrivava da anni di infortuni.
    difatti al genoa non ha mai fatto più d 2 partite di fila e poi è lento
    poi non c’entra nulla con vecino e badelj come kone, sono due ruoli diversi!!!)
    ovvio che Aqulani era meglio (in realtà era meglio anche coppia suarez bakic) , ma per i tifosi non andava bene…, solo insulti e basta…
    come mexes, d’ambrosio,

  5. Aquilani per me è meglio di Costa, meno infortuni, più classe, gran tiro, vizio del gol, assist ed era nostro (bastava rinnovargli il contratto) mentre per avere Costa in prestito abbiamo dovuto pagare. Poi se devo dirla tutta io avrei tenuto e dato fiducia a Capezzi.
    Per la difesa lo stesso, tenevo Basanta, Bagadur e almeno uno tra Bittante e Piccini evitando di prendere Benaluane e Gilberto.

  6. Quello buono era Perotti e non Costa. Teniamolo sotto osservazione fino alla fine del campionato e, siccome costa poco,se dara’ garanzie ampie sulla salute,nel rosa ci puo’ stare. Non certamente un titolare.

  7. Tino Costa è un Aquilani travestito.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*