Piccini: “Non smetterò mai di tifare per la Fiorentina ma mi hanno sempre mandato via, a differenza del Betis…”

PicciniBetis

Lunga intervista da parte di Cristiano Piccini a Radio Bruno: “La riabilitazione sta procedendo nella norma, spero di essere pronto per il prossimo ritiro. Questo infortunio non mi ha permesso di giocare il girone di ritorno, era un momento positivo dove avevo attirato anche qualche interesse importante. Macia per me è stata una persona importante, ha sempre creduto in me e appena ha avuto la possibilità mia ha voluto al Betis. E’ una persona vera, oltre che competentissima, lo rispetto tanto. Vargas e Joaquin? Juan ha avuto un po’ di infortuni ma ha fatto comunque vedere le sue qualità. Joaquin è tornato per la felicità di tutta la parte betica della società ma ha fatto una buona stagione. Rossi? Da casa guardavo anche lui, sono contento per Pepito perché è un ragazzo splendido, con la testa sulle spalle. Si merita di tornare ai suoi livelli, al Levante ha fatto bene, purtroppo sono retrocessi ma penso che possa essere soddisfatto. Fiorentina? Ha fatto una buona stagione, è sempre lì a lottare per andare in Champions da diversi anni. A inizio anno era prima in classifica, purtroppo non è riuscita a mantenere la testa ma non si può recriminare. Se avrei voluto una chance in viola? Ho già detto che la Fiorentina dopo diversi prestiti mi ha sempre mandato via, a volte anche a fine calciomercato, dopo aver fatto il ritiro. L’anno scorso non volevo che si ripetesse la storia ed avendo la possibilità di giocare ancora con il Betis ho preferito ripartire direttamente da qui. Poi sicuramente il mio tifo ed amore per la maglia viola è innegabile ed in futuro mi piacerebbe tornare, ma con le giuste condizioni. La Fiorentina ha il diritto di recompra, per cui se vogliono esercitarlo possono farlo. Bernardeschi all’Europeo? Ha fatto una stagione importantissima, penso che meriti di andare all’Europeo. Si è sacrificato e giocato in un ruolo non suo, un giocatore come lui potrebbe anche montarsi la testa per poter far vedere le sue caratteristiche. Invece si è messo a disposizione e penso che questo rifletta Federico come persona. Consiglio a lui? Sarebbe un peccato che andasse a giocare in una squadra più importante dopo un anno così. Secondo me dovrebbe riconfermarsi a Firenze e semmai andare dopo in un club importante da protagonista. Esordio Lezzerini? Sono felice per Luca perché si è sempre allenato, senza parole fuori posto. Per l’esperienza che ho avuto penso che avere continuità sia molto importante per cui la cosa migliore sarebbe andare a giocare. Corvino? Per me è stata una figura importante, penso che abbia fatto un buon lavoro quando era a Firenze e se tornasse potrebbe fare bene”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Continuo a non capire la motivazione per la quale non riprendiamo questo giocatore (come riserva) dato che ci mancano i terzini destri. Mah.. i misteri della società viola.
    Se questo calciatore ce lo aveva il sassuolo o il Torino avremmo fatto carte false pur di prenderlo, ma dato che e’ fatto in casa…allora no…e’ scarso.

  2. Questo giocatore andrebbe riportato subito a Firenze perché è uno dei migliori esterni giovani che ci sono in circolazione oltretutto andrebbe a occupare una casella dei giocatori cresciuti nel vivaio della Fiorentina Cristiano Piccini però a un grossissimo difetto è ITALIANO e per questa società non è adatto Se solo avesse un accento da qualche parte e fosse straniero sarebbe un fenomeno D’altra parte da Gnigni Rog con il fido Angeloni non c’è da aspettarsi nulla di buono Sono sicuramente bravissimi manager ma il calci è un altra cosa e loro ci capiscono meno di nulla

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*