Questo sito contribuisce alla audience di

Piccinini: “Era un paradosso che Antognoni non lavorasse per la Fiorentina. Chiesa ha le stigmate del campione”

Sandro Piccinini, giornalista di Premium Sport, è intervenuto a Radio Blu: “L’affetto di Firenze per Antognoni è risaputo, c’era la voglia di festeggiare il ritorno in società della storica bandiera. Era un paradosso che non lavorasse per la Fiorentina. Chiesa? Ha le stigmate del campione, mi colpì anche a Torino: la personalità o ce l’hai o non ce l’hai, e lui ce l’ha. Negli ultimi mesi il lavoro svolto con Sousa l’ha fatto crescere da tutti i punti di vista: è un giocatore completo, talentuoso, amante del dribbling e con un gran tiro. Anche da come ha parlato a fine partita, sembra che abbia già una grande maturità. Sousa? Può diventare un grandissimo allenatore, in futuro può andare anche alla Juventus. Non dimentichiamoci quello che si diceva di Allegri prima che arrivasse alla Juventus: sono anche le società a fare grandi gli allenatori. Sulle sue capacità di uomo di campo non ci sono dubbi, mi dispiacerebbe per la Fiorentina se dovesse andarsene a fine anno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*