Pioli: “Avevamo preparato la partita per bloccare il giro palla della Fiorentina. Poi abbiamo buttato via tutto”

L’allenatore dell’Inter Stefano Pioli parla così a Sky e in sala stampa dopo la sconfitta contro la Fiorentina: “Oggi avevamo impostato la partita per non far uscire i nostri mediani sul loro giro palla. Nel primo tempo ci siamo riusciti tranne qualche volta sul Borja Valero. Siamo stati poi troppo poco compatti, ci siamo fatti infilare negli spazi e adesso non sappiamo reagire alle difficoltà della partita. Su questo dobbiamo lavorare meglio. Con 30 minuti di poca attenzione abbiamo buttato via la partita. Ci stiamo tradendo da soli. Abbiamo avuto un black out inspiegabile, bisogna capire i motivi e rimediare. La verità è che a livello mentale abbiamo pagato qualcosa; la Champions è diventata un obiettivo praticamente impossibile. Dobbiamo capire dove sbagliamo e fare meglio. Ho parlato con il mio staff, poi anche con i giocatori ma penso che sia meglio che queste restino qui con noi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Certo non vincere contro una difesa barzelletta come la nostra è una impresa non facile. Hanno fatto di tutto per farsi rifilare quattro gol (addirittura una tripletta per il “simpaticone” Icardi) ma Vecino e il ridens Baba (ride sempre forse solo lui sa il perchè a noi sfugge) lo hanno impedito. Poi c’è nonno Valero che ha giocato benibo ma non fa gol neanche con le mani e lo zombie Ilicic, oggi unpelino più mobile del solito ma, come al solito, quando entra in area anzichè tirare in porta cerca di scartare anche se stesso. A Tello poi farei pagare il biglietto, Era in campo è lo hanno visto tutti, ma per guardar giocare gli altri. Ma dove lo hanno pescato questo fuoriclasse (nel senso che è fuori dalla classe squadra), DSolo il panzone poteva confermare questo tizio. Rispeditelo al mittente con urgenza a noi non serve, oppure mandatelo in tribuna, da li la partita si vede meglio. Poi il portiere…. possiamo farci una risata?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*