Questo sito contribuisce alla audience di

Pioli, Babacar e un trattamento ‘ad personam’

MOENA – Sono giorni importanti quelli del ritiro per Khouma Babacar: in assenza di Kalinic, il senegalese è l’unico vero attaccante, insieme al giovane Gori, a disposizione di Stefano Pioli. Il tecnico della Fiorentina sta quindi provando il 4-2-3-1 con il numero trenta come terminale offensivo: quest’ultimo deve quindi sfruttare gli allenamenti di Moena per cercare di entrare nelle grazie dell’ex allenatore dell’Inter. E Pioli lo sta tartassando in ogni occasione, cercando di stimolarlo a fare sempre di più: durante gli allenamenti non mancano mai i richiami a Baba, soprattutto in fase di non possesso palla. Numerosi gli inviti a non ‘ciondolare’ in campo: il senegalese deve essere sempre il primo a difendere e a pressare i difensori avversari, questo l’input di Pioli nei suoi confronti. A prescindere dalla permanenza sulle rive dell’Arno o dall’arrivo di un sostituto (Simeone?), il trenta della Fiorentina dovrà lavorare ancora molto per non rischiare di trascorrere in panchina buona parte della stagione. Senza l’Europa League le partite saranno molto meno e Babacar non può correre il rischio di finire nel dimenticatoio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Babacar è’ una discreta riserva. Ci vuole uno agile veloce nel girarsi verso la porta

  2. Il termine ciondolare riferito a Babacar è azzeccatissimo.
    Complimenti a chi lo ha scritto perché rende l’idea di ciò che fa in campo.
    Pioli non perda tempo perche Babacar fa comunque quello che vuole e soprattutto quando vuole.
    Comunque nonostante la simpatia che provo per lui sarebbe meglio venderlo.
    Uno che guadagna 1.5 milioni euro all’anno nella fiorentina dei marchigiani deve per forza essere un titolare fisso.
    Ed io sinceramente non lo vedo proprio Babacar in serie A

  3. Si …..speriamo si tenga, ma almeno un altro a fargli concorrenza ci vuole ,altrimenti questo tira geneticamente i remi in barca…é da Montella, poi Sousa e adesso Pioli che lo richiamano per i soliti motivi….o é stanco o é duro….

  4. Baba non ciondolera’ ma non è certo un fulmine di guerra a vederlo ormai da tanti anni.forse non c’entra nulla ma fu proprio lui in una intervista a dichiarare che non aveva mai letto un libro…

  5. Qualche santone usò il verbo ciondolare(non credo che esista) per appiopparlo al Baba e da allora ogni tanto risuona il ritornello
    Si informi bene, il verbo “ciondolare” esiste. Saluti

  6. Babacar non ciondola in campo, sempre i soliti modi di usare parole dequalificanti, come indolente, per descrivere il comportamento di un giocatore che in campo fa il suo e si impegna, come è naturale che sia; normale che l’allenatore lo richiami per dargli quei normali consigli tattici e di movimento che deve attuare in campo, ma questo avviene anche per gli altri giocatori….tutto nella norma, poi Baba potrà fare anche la riserva, ma questa decisione la prenderà, o meno, a suo tempo, Pioli

  7. Simeone nestorovski falcinelli.. Si parla di tutti giocatori inferiori a babacar.. Io spero si tenga e gli venga data fiducia se questi sono i sostituti!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*