Questo sito contribuisce alla audience di

Pioli: “Benassi molto intelligente e può giocare ovunque. Gil Dias? Se diventa più concreto, sarà un giocatore importante”

Alla vigilia della sfida con l’Atalanta, il tecnico viola Stefano Pioli riparte dall’attacco: “Sono soddisfatto delle prestazioni di Simeone, molto. A volte rimango un po’ sorpreso da certe situazioni, perché fino a prima della partita della Juve eravamo tra le squadre cd calciavano di più per cui una certa manovra la mettevamo in atto. E’ vero che a Torino è rimasto un po’ isolato però ha saputo mettere in difficoltà difensori forti, ha avuto 2-3 palle in profondità in cui poteva insidiarli. Siamo ancora alla ricerca comunque dei meccanismi ideali. Benassi trequartista se c’è Saponara? Aldilà dei singoli, stiamo giocando sempre con il trequartista quando abbiamo la palla, che sia Saponara o Thereau. Benassi fino ad oggi non è mai stato provato tra i due mediani, perché ho 4 calciatori affidabili lì, ma lui è talmente intelligente che credo possa giocare un po’ ovunque. Non mi precludo neanche quel tipo di soluzione. Recuperi fisici? Mi prendo fino a domattina per fare delle scelte, da quello che ho visto la squadra sta bene anche se siamo alla terza partita in una settimana. Se non ci saranno grossi problemi, vorrei cambiare poco perché abbiamo bisogno di testare. Anche a scapito di chi magari potrebbe giocare e finora lo ha fatto meno. Gil Dias? All’esordio aveva fatto già una buona prestazione, poi nelle altre partite ho fatto altre scelte. E’ un giocatore che se diventa più concreto in fase offensiva, può essere molto importante”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Non conta l’avversario, non esistono scuse. L’atteggiamento mentale deve essere sempre lo stesso, credere nella vittoria. Benassi può fare tutto e non solo lui ma deve avere più determinazione, il compitino non basta.

  2. Gil Dias deve diventare più concreto mentre Benassi deve ancora iniziare a giocare perché in campo francamente è difficile capire dove vada a nascondersi. È il nuovo Aquilani: c’è ma non si vede. Speriamo che Pioli se ne sia accorto e inizi a schierare titolare il portoghese.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*