Pioli e la sua Lazio perditempo da 14 minuti di recupero

Pioli

Nessuna squadra quanto la Lazio di Pioli si è resa protagonista di una così continua, costante e ricercata perdita di tempo nei momenti clou della partita. Testimonianza ne sono i ben 14 minuti di recupero assegnati dai direttori di gara nei secondi tempi degli ultimi due Fiorentina-Lazio: addirittura otto la scorsa stagione, quando Marchetti sembrava continuamente colto da malanni insopportabili, sei quest’anno. Ed anche ieri si sono viste le classiche scenate, con i vari Mauricio, Konko, Hoedt e Radu ad accasciarsi a terra alla prima occasione. Insieme a questa anche l’astuzia di Keita nell’allontanarsi dal punto del cambio, prima di essere sostituito da Felipe Anderson. Anche così si vince nel finale delle partite, interrompendo il ritmo agli avversari: certo è che come la Lazio di Pioli nessuno riesce ad approfittarne, tanto da renderla quasi una vera e propria abitudine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

21 commenti

  1. Beh la Lazio ha fatto solo il suo, siamo noi che come al solito siamo i soliti brodi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*