Questo sito contribuisce alla audience di

PIOLI E SQUADRA, BISOGNA ASPETTARE. IL SILENZIO DEI DELLA VALLE CONTINUERA’. BABACAR IN BILICO, MA CORVINO…

Giusto aspettare, sia per quello che accade in campo sia per quello che accade fuori. Perché il mercato può ancora riservare sorprese (ci sono soldi, tanti soldi ancora da spendere, in teoria) e perché la partita contro l’Inter ha lasciato ancora tanti punti interrogativi irrisolti. A Milano, Pioli, non ha fatto la differenza. Simeone, forse, poteva rimanere in campo fino alla fine e i cambi non sono sembrati impeccabili. Ma anche in questo caso occorre rimandare ogni discorso, soprattutto sui nuovi. Pensare, in due settimane, di far quadrare gli equilibri di una squadra completamente nuova per sette-undicesimi è pressoché impossibile.

Eysseric che giocatore è? Veretout può fare la differenza? Victor Hugo può migliorare? Diciamo che nessuno, dei nuovi, ci ha illuminato gli occhi. Simeone a parte, appunto. E poi mancavano Chiesa e Badelj, due che contro la Sampdoria scenderanno in campo, in una partita che, fin da subito, dovrà dare risposte diverse. I blucerchiati hanno cominciato con una vittoria, i viola con una sconfitta. Poi ci sarà la sosta del campionato, la campagna abbonamenti andrà verso la chiusura, occorrerà fare risultato per non appesantire ulteriormente un clima già pesante di suo.

A proposito, il silenzio dei Della Valle continuerà. Non saranno al Franchi e non commenteranno l’inizio di stagione viola, si andrà avanti così, fino a nuove notizie che oggi non sembrano all’orizzonte. Adesso le ultime ore di mercato: con Babacar ancora bilico, Strinic che si allontana, Corvino che potrebbe avere in mano una carta a sorpresa. Magari proprio sulla linea di centrocampo, dove sembra mancare ancora qualcosa: del resto questo è il reparto dove spesso e volentieri si vincono o si perdono le partite. E con le partenze di Borja Valero e di Vecino lì sembra davvero mancare qualcosa. I soldi ci sono, le tante cessioni potrebbero permettere ancora un paio di acquisti di livello. Questo si aspettano i tifosi viola, questo si aspetta la piazza. Dopo una prima giornata dove le grandi sono partite tutte a punteggio pieno e dove la Fiorentina ha sofferto tanto contro un’Inter ancora in fase di rodaggio. Una partita, una decina di giorni di mercato. Poi si potrà cominciare con i giudizi, anche severi se necessari. Giusto aspettare, attendere.

Infine la Var, diciamolo subito, forse la Fiorentina, al debutto, è stata sfortunata (diciamo così), ma la moviola in campo farà bene al nostro campionato. Occorrerà capirla, sperimentarla, osservarla. Ma eliminerà almeno il 50% di errori evidenti. Per gli altri rimarrà sempre libero arbitrio e qualche scontento ci sarà, così come rimarrà la famosa sudditanza psicologica. Quella esiste non soltanto nel calcio, ma anche nella vita. Soprattutto tra noi italiani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

29 commenti

  1. Claudio di Ferrara

    Ma cosa scrive questo tizio. A centrocampo manca qualcuno. Sugli esterni no?

  2. Finchè non venderanno, i DV saranno, volenti o nolenti, i proprietari della ACF e, pertanto, i primi presponsabili delle sorti della squadra, nonchè i destinatari di consensi o meno da parte della tifoseria. Tutto ciò indipendentemente dalle loro scelte comportamentali quali il silenzio o l’allontanamento fisico e partecipativo dalla squadra.

  3. Evani dt dell’under20 è esterefatto del mancato riscatto di Scalera da parte di Corvino,al contrario di Castrovilli che non serve a nessuno.Misteri dell’uomo di Vernole che di misteri se ne intende…..

  4. e dei terzini che mancano qui mon si parla—-

  5. Tutti quei soldi in mano ad un altro DS dai che squadrone che si allestita. Con questo presuntuoso incapace si sono sperperati solo soldi inutilmente, sono anni che ci mancano due terzini e ci porta Gaspar, Oliveira, Biraghi e ancora Tomovic titolare, poi per rinforzare la difesa ha comprato un brasiliano scadente a peso d’oro. Corvino vai a zappare

  6. Se a Milano la viola avesse fatto risultato c’era da chiedersi se fosse conveniente investire sull’allenatore. Nemmeno un mago sarebbe riuscito ad amalgamare una squadra così nuova e giovane come la Fiorentina.
    Però una cosa va detta, Tomovic è imbarazzante per la pochezza tecnica, tattica e caratteriale. La sua sovente mancanza di concentrazione assomiglia più a svogliatezza, pigrizia. Il terzo golo di Peric ne è la conferma. Lo ha guardato, ha visto che era solissimo e se ne è fregato di marcarlo.
    Quindi caro Pioli, o ti comprano un terzino destro con le palle (Gaspar è più leggero di Tomovic), oppure il tuo modulino 4-2-3-1 te lo cacci. Devi assolutamente passare al 3-5-2 dove invece può trovare spazio anche Babacar del quale sono convinto che con un po’ di continuità e con un compagno di reparto come Simeone mostrerebbe al meglio le sue qualità di goleador. Simeone e Babacar sarebbero una coppia d’attacco molto compatibile e di ottimo livello.

  7. I cambi di pioli non hanno convinto nemmeno me. Si poteva e doveva giocare con 2 punte. Per la società le scuse stanno a zero, il mercato è aperto e dobbiamo approfittarne

  8. Albertoviolaclubroma

    Terzini buoni e disponibili ce ne sono quanti ne vogliamo. La Roma ha preso kolarov per 5 milioni noi Gaspar.

  9. Vogliamo aspettare quanto volete ma subito due difensori.
    Giochiamo ancora con un certo Tomovic, è ridicolo.
    La Societa, a mio parere, ha fatto una ottima campagna acquisti, ora l’ultimo sforzo economico, se no, per un acino di sale, perdiamo la minestra.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*