Questo sito contribuisce alla audience di

Pioli: “La svolta può arrivare solo in un modo. Simeone un attaccante che abbiamo voluto ed è molto cattivo”

L’allenatore della Fiorentina, Stefano Pioli, si gode i primi tre punti conquistati dalla squadra, ma cerca di restare coi piedi ben piantati a terra: “Io credo che la svolta della Fiorentina la si debba trovare nel lavoro quotidiano – sono le parole che il tecnico ha rilasciato alla Rai – nello stare insieme. Non siamo ancora al cento per cento, ed è normale, ed è appunto per questo che dobbiamo fare uno sforzo maggiore. Adesso dobbiamo metterci qualcosa in più del nostro. E’ una partita, sono tre punti, pensiamo al prossimo allenamento. Simeone? Sicuramente è un giocatore giovane che ha già dimostrato le sue qualità. Si sa muovere, ha temperamento, attacca lo spazio e poi in area è molto cattivo. E’ un giocatore che abbiamo voluto, ma anche per lui vale tutto quello che abbiamo detto degli altri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Sono davvero felice di questa squadra costruita benissimo e più forte dell altra. Abbiamo perso 2 partitea causa dello scarso rodaggio ma ancora di più per tomovic, cederlo è stato il miglior colpo in uscita. Veretout è il mio nuovo idolo e gaspar è un ottimo terzino destro ! Inoltre gil diaz è davvero intressante ed è stato intelligente l acquisto di therau! Mi piace questa squadra , continuiamo cosi !💜

  2. Pioli è un allenatore capace nel suo ruolo e nel rapporto con i giocatori, l’unica cosa che non mi piace è il modulo che adotta, ma credo che questa scelta sia dettata dal fatto di avere una squadra giovane, ancora da amalgamare e dalle due sconfitte che hanno preceduto la vittoria di Verona; forse, quando avrà una conoscenza maggiore della squadra nel suo insieme e dei singoli, potrà adottare moduli diversi, secondo le squadre che dovremo affrontare. L’abbraccio con Chiesa, uno sfogo liberatorio, dettato dalle due sconfitte precedenti, dalle critiche della stampa e da quelle dei tifosi. Pioli ha parlato da saggio, è rimasto con i piedi per terra, sa benissimo che le difficoltà non mancheranno e lavorerà per avere una squadra più coesa, propositiva di gioco. Ora quasi tutti i tifosi esaltano squadra e giocatori per questa vittoria, mentre fino a ieri era da retrocessione ed i giocatori dei perfetti sconosciuti, acquistati da un incompetente Corvino; tralascio di enunciare gli epiteti offensivi al nostro direttore sportivo, ai Della Valle e Cognigni; si può criticare, ma deve essere fatto nel rispetto della persona, chiunque sia. Corvino è un dipendente della società, quindi opera in base alle direttive che da questa riceve; può aver sbagliato alcune scelte, ma a volte sono dettate dalle disponibilità economiche che la società gli attribuisce; una persona come lui, che opera nel calcio da una vita, può commettere degli errori, ma non si può dire che è un incompetente, La società Fiorentina ha fatto dei mercati con i suoi acquisti….vediamo se questa squadra, concordata anche con Pioli, questo dobbiamo dirlo, sarà capace di dare soddisfazioni alla nostra tifoseria

  3. Continua…

    Questo non significa che non possano accadere ancora risultati così…

    Però con l’INTER Tomovic ci ha affossato con i suoi errori…
    Con la SAMPDORIA Tomovic (con la partecipazione di SPORTIELLO sul primo gol solo) stessa cosa in entrambi i gol…

    Questo è un ragazzo non solo scarso ma anche sfigato!
    Anche Biraghi è scarso ma non così sfigato da sbagliare ogni partita!!!

    A me rode ancora aver perso con la Sampdoria perché la squadra ha avuto tante occasioni ma loro su 3 hanno fatto 2 gol mentre noi su 7-8 palle gol 1!!

  4. Fradiavolo concordo con te su tutto…
    Però bisogna ammettere che contro l’INTER:

    1) Era la prima di Campionato.

    2) L’esordio primordiale in Serie A per molti dei nostri giocatori (Vitor Hugo, Veretout, Gil Dias, Eysseric e Zekhnini).
    Per l’Inter nessuno.

    3) Nel 11 Titolare dell’Inter gli unici nuovi erano B.VALERO, M.VECINO e M.SKRINIAR.
    Da noi tolti quelli citati sopra i nuovi nell’11 Titolare c’erano anche BENASSI e SIMEONE (ed un quasi SPORTIELLO visto che l’anno scorso giocò solo 2 partite).

    4) Fuori casa ed in uno Stadio con più di 51 mila persone sugli spalti secondo statistiche ufficiali.

    5) Si giocò con MAXI OLIVERA e NENAD TOMOVIC.

    6) Su 3 gol presi TOMOVIC fu responsabile diretto in 2 occasioni (2 e 3 gol).

    Continua…

  5. Pur non essendo stato contento del mercato estivo si poteva fare di più , devo ammettere che mi son ricreduto su alcuni giocatori tipo Veretour , non siamo da Europa quello è certo , ma comunque possiamo divertirci e visto che questo per lo più è una squadra giovane e nuova faremo delle partite come quella con il Verona , ma anche altre come quella con l’Inter , per tanto l’importante è che i giocatori ci mettano l’anima .

  6. Questa squadra è piu forte di quella dello scorso anno perché ha piu prospettiva e giocatori piu cattivi. Veretout per me è piu forte di Vecino, anche in fatto di tiro in porta da lontano.

  7. al di là della partita di ieri,devo ammettere che il carattere di questa VIOLA mi piace….ci vorrà tempo ma qualche C..O nel futuro lo possiamo ancora rompere….FORZA VIOLA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*