Questo sito contribuisce alla audience di

Pisani: “L’uccisione di Esposito? C’era un piano terroristico e le colpe dovevano ricadere sui tifosi della Fiorentina”

L’uccisione di Ciro Esposito non è stato solo il gesto sconsiderato di qualche cane sciolto. Nasconde dietro un piano più ampio che poteva avere conseguenze disastrose. E’ questa la convinzione dell’avvocato della famiglia del tifoso napoletano, ferito da alcuni colpi di arma da fuoco il giorno della finale di Coppa Italia e morto dopo più di un mese di agonia. “È stato un atto terroristico vero e proprio – ha dichiarato l’avvocato Angelo Pisani a Il Mattinoun gesto che aveva come obiettivo far ricadere le colpe sui tifosi della Fiorentina e scatenare così un putiferio nello stadio Olimpico e nei dintorni. Quello che è successo non è stato solo il gesto folle di un piccolo manipolo di ultrà di estrema destra. C’era chiaramente una strategia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA