Plusvalenze, tagli di ingaggio, un impatto positivo da oltre CINQUANTA milioni

alonso chelsea

Il sito specializzato Calcioefinanza.it si è occupato di Fiorentina e ha tracciato un bilancio dei conti della società viola al termine del calciomercato estivo.

Il quadro che emerge, almeno per i conti del club, è più che positivo. Tra plusvalenze e tagli al monte ingaggi si registra un più 52,39 milioni di euro. Anche se, c’è da dire, che i 7 milioni di euro calcolati per la cessione di Gomez non sono propriamente esatti (al netto delle commissioni sono molti meno). La parte del leone, ovviamente, l’ha fatta Alonso, la cui cessione porta nelle casse societarie, secondo il sito, 27 milioni di euro, tutti di plusvalenza, e un taglio da 1,2 milioni di euro netti per il risparmio del suo ingaggio.

Ovviamente ci sono stati anche i costi che porteranno sul bilancio un impatto di 15,18 milioni di euro sempre per il sito citato.

Tabella cessioni

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. A parte il fatto che sulle cessioni si paga l’IVA i conti o si fanno giusti o non si fanno per niente: ad esempio l’ingaggio sia di Gomes che di Rossi è stato per quasi due mesi (luglio e agosto) a carico della Fiorentina. Poi è naturale che un superficiale affermi che i DV si mettono in tasca dieci milioni che peraltro non sono certo i suoi!

  2. mancano anche tutte le cessioni minori, magari non s’è preso nulla però l’ingaggio è risparmiato
    al netto alla fine saranno 50 ml buoni di positivo togliendone 40 di buco rimane una decina di ml, che si prenderanno i fratellini dei famosi prestiti che elargivano e quindi salvo il FPF del triennio.
    dal prossimo anno (non da gennaio) corvino avrà libertà di manovra maggiore rispetto a quest’estate, senza aver l’obbligo di vendere un big, magari riesce a vendere babacar e tata così da fare un bel colpo in entrata, prima operazione da fare è rinnovare badeji. soprattutto poi dipenderà dal posizionamento finale, difficilissimo arrivare alla champions, ma bisogna puntarci.
    sono il primo dei polemici contro i fratellini, però purtroppo quel che è fatto è fatto, st anno si paga una scellerata gestione dell’ultimo triennio con incapaci vari di dirigenti rogg, angeloni, cognini, mencucci, pradè ecc…. l’unico che salvo il buon macia che dobbiamo ringraziare per alonso; adesso tutti uniti e tifare la viola, basta parlare di cifre numeri bilanci plusvalenze ecc; ai fratellini abbiamo dato dimostrazione che i tifosi sono con la squadra visti gli oltre 20 mila abbonati. FORZA VIOLA SEMPRE

  3. roberto merone

    domanda per la redazione…che voi sappiate quando i della valle emettono il bilancio della fiorentina, lo emettono solo per la viola oppure fanno un unico bilancio dove sono inglobate anche le loro società? mi spiego meglio: la fiorentina è inglobata nel gruppo tod’s oppure no? dico questo perchè se facesse parte del gruppo allora vorrebbe dire che i dv dovrebbero emettere un unico bilancio,e se ci sono forti perdite nelle loro società questo si ripercuoterebbe su eventuali acqusti o altro…..perchè da come sembra nel bilancio viola alla voce cessioni ci sono delle voci inspiegabilmente piuttosto alte che non sono il monte ingaggi.

  4. Sicuramente, come dice la redazione, vanno tenute presenti le commissioni su Alonso, ma nel taglio degli ingaggi, vanno tenuti presenti anche gli altri 17 giocatori ceduti (qui ne contiamo 13).
    Alla fine poggio e buca, fa pari.
    Son curioso di vedere io bilancio 2016.

  5. Siamo diventati una finanziaria che mira solo ai bilanci. Ormai la Fiorentina è un affare economico. Dei risultati sportivi non interessa niente a nessuno dei pezzi grossi.Addirittura anche i giornalisti si sono accorti a suon di articoli che ai portatori di foulard e braccialetti della viola interessa meno del due di briscola. Non a casosono 15 anni che non vinciamo nemmeno una coppa di… latta. Quello che meraviglia sono i tifosdi credulone che stanno a bocca aperta as aspettare l’asino che vola e rinnovano abbonamenti destinati a procurare il mal di fegato tante saranno le giornate nere di questa squadra indebolita e ridotta ad una ceneraentona in serie A. Molto meglio squadre e proprietà come Sassuolo, Sampdoria, Torino Bologna e perfino Cagliari tanto è vero che alcuni giocatori importanti (non sconosciuti come da noi) hanno preferito dirottare le proprie ambizioni in tali realtà. Da noi le solite promesse di pulcinella dovevano arrivare il solito centrale forte, il solito mediano di prospettiva, il solito terzino destro e inceve hanno ceduto quello sinistro aprendo una falla anche li. Ma dove vogliamo andare, ma cosa ne pensano i tifosi veri, quelli che ragionano con la testa e non con i piedi? Cosa aspettano acercare di scacciare gli autori di questa assurda situazione? Oggi i permalosi si sono incavolati perchè qualcuno ha scritto che Sousa vuole andarsene al più presto! Non sarà vero adesso ma sono convinto che non mangerà il panettone Firenze e, aggiungo, farà proprio bene. Qui non vincerà mai nulla

  6. Direi che hanno solamento tracciato il bilancio delle cessioni, non del mercato. Mancano infatti gli acquisti, i costi dei prestiti, gli ingaggi dei nuovi arrivati, ecc…
    C’è anche il dato sulle spese. Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*