Polverosi: “Salah ha prodotto un danno notevolissimo alla Fiorentina. E pensare che Sousa avrebbe bisogno di idee più chiare…”

Rispondendo ad alcune domande di mercato il giornalista del Corriere dello Sport, Alberto Polverosi, ha espresso quanto segue sul caso-Salah: “Il danno è notevolissimo sul piano tecnico perché Salah era (è) il miglior giocatore che la società viola poteva (può) consegnare a Paulo Sousa. Il quale avrebbe bisogno di partire per il ritiro con le idee più chiare di quanto lo siano oggi nella Fiorentina“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Possibile siano sempre tutti “brutti e cattivi” come il silenzioso Salah? Possibile che quello che sembrava un clamoroso affare capitato a gennaio, sia già sfuggito di mano a una società composta da oltre una decina di dirigenti che hanno raccontato tutto e il contrario di tutto sul contratto dell’egiziano? Possibile che la Fiorentina si ritrovi sempre nel ruolo dell’ostaggio di vicenda in vicenda, apparendo in cronico e costante ritardo su decine di altre situazioni ormai già vissute negli ultimi anni?
    Chissà, magari son solo coincidenze…

  2. in tutta onestà non aver depositato un documento firmato da noi è veramente un comportamento eticamente scorretto
    in più mi sembra che anche la viola abbia contattato sousa e montella prima di contattare la società d’appartenenza, dunque di cosa parliamo?

    detto ciò, mi sembrano tutte scuse per non comprare chi dovevamo, allan,fernando,montoja,etc.
    alla fine ripartiremo con badelj,gomez,ilicic e tomovic….

  3. Tutti condanno l’errore della società voglio vedere chi pensava che fosse così bravo. Di solito a Gennaio ANDERSON era come SALAH pagato forte dal Manchester UTD se al momento avrebbero messo il riscatto obbligatorio avrebbero dato PER MATTI I DIRIGENTI VIOLA. Purtroppo i giocatore dalla sera alla mattina cambiano. Tra MONTELLA E SALAH hanno devastato l’IMMAGINE DELLA FIORENTINA. Poi noi vogliamo degli traguardi o obbiettivi certi dalla società è impossibile farli..c’è l’INCOGNITA DEI GIOCATORI.

  4. Il danno l’ha procurato l’estensione e la firma della clausola privata con Salah. Spero che una grande società come la nostra sappia riconoscere l’errore è porvi rimedio ammettendo l’errore di strategia e comunicazione. Poi tutti allo stadio o davanti alla televisione a gridare Forza Viola e in c.. alle strisciate!

  5. Il danno c’è…anche se in parte ce lo siamo creati da soli, ovviamente questo non vuol dire che quelli dell’inter non siano delle m…. patentate…In ogni caso stiamo sopravvalutando la questione, si è vero che Salah da noi sarebbe potuto diventare un mito, un idolo, altrove uno dei tanti mercenari che passano e di cui nessuno magari di ricorda, è pure vero che ha fatto belle giocate e sette gol….ma è anche vero che è atteso alla riprova, per adesso piu che “il Messi delle piramidi”, è il Nappi delle piramidi…..tra qualche anno, e dopo ulteriori conferme magari lo potrà pure diventare….ma la pappa damangiare è tanta, e senza digiuni per il Ramadan….sennò….

  6. PS e pepito?se anche fosse solo mezzo é indiscutibilmente meglio del kebabbaro nonché miglior attaccante italiano per distacco…borja?mati? Lascia xdere va

  7. Più che di danno tecnico si parla di danno d’immagine…le cose son chiarissime o moena o tribunale che scrivi?

  8. Ci si scanna tra di noi (mi riferisco a quanto letto nei post su articoli precedenti – possa l’Altissimo infradiciare di emorroidi eventuali infiltrati zozzostrisciati)e quello che resta alla fine è solo una grande amarezza…Che disastro…Avevamo un giocattolo bellissimo e ce lo hanno ridotto in mille pezzi.

  9. Ogni giorno che passa risulta sempre più chiara la situazione che Montella aveva previsto.
    La differenza è che Montella è un uomo che mastica calcio ed è cresciuto in questo ambiente; mentre i DV ed i loro dirigenti masticano ragioneria e di questo ambiente sanno poco o nulla.
    Risultato: VINCENZO MONTELLA AVEVA RAGIONE AL 100% SU TUTTO.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*