Pradè: “Abbiamo la conferma che la Fiorentina è una grande squadra. Non vedo differenze con il Napoli, due formazioni europee”

Foto: Paolucci/Fiorentinanews.com
Foto: Paolucci/Fiorentinanews.com

Felice nonostante la sconfitta il ds viola Daniele Pradè, che parla in zona mista: “Non ho visto luci spente, la squadra ha fatto una grandissima gara. Oggi abbiamo la certezza di avere una squadra veramente forte. Usciamo con la consapevolezza di essere un gruppo che su ogni campo gioca a modo suo, contro forse l’avversario più forte del campionato. Grande personalità da parte di tutti, complimenti a mister e squadra. Migliore partita della Serie A? Mi fa piacere, è una grande soddisfazione per tutti quelli che erano in campo oggi perché anche il Napoli ci ha temuto e sofferto, è stato bravo a riprenderci dopo il pari e se non avesse segnato avrebbe rischiato, poteva finire diversamente. Differenze tra le due? Ne vedo poche, sono state squadre che si sono equivalse a metà campo. Con risultato determinato da due grandi campioni. Sono due squadre che hanno dimostrato che tutte e due vogliono fare calcio. Sono squadre molto europee rispetto al livello del campionato”.

Foto: Paolucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Si vabbe’ ma a gennaio vanno presi due difensori veri, non promesse ma 2 titolari ! Io non credevo certo di essere in testa e quest estate temevo di trovarmi nella zona bassa della classifica…felice di essere stato smentito e visto l andazzo del.campionato, va acquistato quello che manca oggi e anche per il domani

  2. Dai Pradè non dire bischerate qui servono un esterno sia a dv che sinistra per sostituire Kuba e Alonso quando non c’è l’ha fanno…………….

  3. Graziano Giusti

    A costo di prendermi i vaffà da tutto il mondo dico questo: 1) occasione irripetibile x stare in testa a lungo e perchè no, vincere il titolo, vista la POCHEZZA delle altre (vedi Inter-Juve di ieri sera); 2) ieri occasione mancata x solita bischeraggine dei brocchi che s’ha ancora dietro (il Napoli lo stanno pompando); 3) o si batte (no pareggino, BATTERE) la Roma o ci si “ridimensiona” come l’anno scorso. Altro che sogni di gloria! Poi Pradè faccia pure il politico, ma la realtà è questa.

  4. Purtroppo ho l’impressione che Pradè queste cose nel suo ruolo sia “costretto” a dirle. Però la famose affermazioni di agosto (“Gilberto mi ricorda Cafu” e “con Gilberto e Tomovic come esterni bassi a destra siamo a posto) rimarranno come (spero me la passiate) la C**ATA PAZZESCA del 2015 (Redazione ho parafrasato Fantozzi, non è una parolaccia ma una citazione culturale)

  5. Urge un difensore di livello,Tomovic da tenere ma come riserva. Impariamo da questa sconfitta immeritata..

  6. Tomovic è un buon jolly difensivo di RISERVA. Per vincere queste partite e lottare per lo scudetto ci vuole molto poco: abbiamo bisogno di un forte esterno basso ambidestro e di un centrale marcatore veloce e bravo nel gioco aereo. A centrocampo siamo a posto se si inserirà bene Suarez, viceversa serve un mediano che sappia anche giocare bene il pallone. In avanti dipende da Rossi, se starà bene bisognerà solo verificare la crescita di Babacar che ancora non vedo proprio all’altezza.

  7. Tomovic giocatore normale quindi non si puo pretendere la luna da lui.andava preso un esterno basso a luglio

  8. Caro Signor Prade’ la differenza,purtroppo, l’ha fatta Tomovic. E’ mai possibile che da tre anni non si riesca a trovarne uno migliore nel suo ruolo, commette spesso errori determinanti per il risultato finale.

  9. Lo sapevamo già che eravamo all’altezza ma non si possono perdere gare in questo modo. Siamo in lotta per il massimo quindi errori non sono accettabili. Guai accontentarsi, guai mollare. Ora testa al lech, gara da vincere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*