Pradè: “Capisco l’amarezza di Andrea Della Valle, accusato ingiustamente visto l’impegno che ci mette. A gennaio tutto difficile ma abbiamo tutti le stesse ambizioni”

Prade Barcellona

In zona mista il ds viola Daniele Pradè parla del rendimento viola fin qui ma difende anche Andrea Della Valle, contestato fuori dallo stadio: “Grande girone d’andata grandissimo, siamo contentissimi di quello che abbiamo fatto. Stasera siamo dispiaciuti doppiamente, perché abbiamo perso la partita e perché il nostro presidente Andrea Della Valle è stato accusato di non aver fatto niente da 15 anni a ora. Ci siamo detti che vogliamo migliorarci, siamo al 10 gennaio e tempo ce n’è. E’ vero che è una minoranza ma capisco anche l’amarezza di una persona che ci mette tutto, anima, cuore e tanti soldi. L’identità che abbiamo con questa città è talmente forte non vogliamo rovinarla per pochissime persone. Prendetelo come uno sfogo di tutti noi, noi le cose le vogliamo fare ele vogliamo fare bene. Si può perdere con la Lazio, che è una squadra forte. Gli episodi determinano le partite, come prendere gol a cinque secondi dalla fine del primo tempo. La squadra ha mostrato comunque carattere perché vuole lasciare il segno. Ripartiamo da domenica, peccato per l’infortunio di Badelj e perché ci sarebbe piaciuto chiudere a 41 ma ci teniamo tutte le cose belle fatte finora. Parole di Sousa? Quello che dice Sousa lo sposo al 100%, so come ci si deve muovere quando competi con società che fanno investimento molto più ampi. Il mese di gennaio è un mese dove è difficile fare tutto ma vogliamo farlo, sappiamo come e dove dobbiamo gire per migliorarci e per aggredire il mercato di giugno. Le ambizioni di questa società corrono di pari passo con quelle del mister, siamo molto felici di quello che stiamo facendo con lui. Qui l’allenatore è coinvolto al 1000%, non per scarico di responsabilità ma per condividere e fare sempre meglio. Primo arrivo? Purtroppo aspettare non significa farlo da un giorno all’altro, il mercato è difficile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

56 commenti

  1. sergio cipriani

    ma signori! ! come accusare i Della Valle di immobilismo se pensiamo a dove eravamo 14 anni fa ! ma se la viola non esisteva più !!
    sempre forza violaaaaaaa!

  2. Pradè angeloni e Pereira lavorate con Sousa senza passare da cognigni e rogg. Ad ognuno i suoi compiti!! Basta perdite di tempo!!

  3. Tranquilli abbiamo già in mano 3/4 di Missiroli e 2/3 di grassi da girare all’Atalanta per le scarpe del papu Gomez. ..ovviamente tra tre anni!!!!! Ora tocca alla società dato che la squadra ha fatto un capolavoro…

  4. Va bene essere arrabbiati per dichiarazioni demenziali e promesse della dirigenza,ma il mercato non è mica finito…certo è meglio avere il prima possibile rinforzi di spessore ma per contestare aspettiamo a mercato concluso che potrebbero arrivare veramente dei giocatori decenti chi lo sa…

  5. Avere una proprietà che potrebbe fare qualche volta qualcosa in più,non sempre,ma che invece non lo fa mai,con una tifoseria che ha una passione smisurata e desiderio di vincere qualcosa,questo è il problema che torna sempre a galla…

  6. …e ancora quel demente scialinguato di Cognini che dice che prenderemo giocatori importanti perché la proprietà vuol vincere….Ridicolo!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*