Pradè: “Inizia un mini torneo a quattro, dobbiamo vincerlo. Non capita tutti i giorni di avere due rigori a Torino ma se li sbagli…”

PradePescara

PradePescaraComprensibilmente amareggiato il ds viola Daniele Pradè, che commenta così in zona mista: “La Fiorentina ha fatto una grande gara, gli episodi non ci sono mai favorevoli. Abbiamo questa maledizione dei rigore che ci perseguita, però la squadra ha reagito, i ragazzi hanno dimostrato di avere carattere. Siamo venuti a Torino con la nostra identità, con la nostra forza e non ci siamo mai fatti mettere sotto. La Juve ha grandi campioni, Tevez è disarmante in questo momento e la differenza è quella; però non possiamo rimproverare nulla ai nostri. Nello spogliatoio abbiamo detto che da domenica parte un nuovo torneo a quattro squadre con Inter, Genoa e Samp e dobbiamo vincerle tutte e cinque da qui alla fine. Mati? Ha fatto una buona gara ma mi è piaciuta la squadra e l’atteggiamento di tutti, fin dall’inizio. Giocavamo contro una squadra che sta per vincere il quarto scudetto consecutivo ed è in semifinale di Champions. Non è da tutti venire a imporre il gioco a Torino. Episodio del pari? L’arbitro stasera non è imputabile, sarebbe puerile attaccarsi a quell’episodio, abbiamo avuto due rigore allo Juventus Stadium e non succede tutti i giorni, se poi non fai gol è colpa tua, non dell’arbitro. Spogliatoi vuoti dopo le sconfitte? C’è coesione totale, si vede anche da quello che succede in campo, altrimenti non faremmo prestazioni del genere. Senza coesione la partita sarebbe finita 3-0 senza storia. Dobbiamo finire per forza bene la stagione, dobbiamo vincere a tutti i costi domenica, senza pensare a giovedì”.

Foto: Bressan/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. enrico(il saluzzese)

    Le tue parole GRAZIANO sono le mie!!Tifo viola dal 57 e di anni ne ho 65.Sono stati anni di patimenti a non finire per aver ostinatamente tifato viola..io che vivo circondato da iuventini non so perchè mi sono dannato la vita per la meravigliosa maglia viola!!

  2. In un paese normale Prade’ e tanti suoi colleghi dovrebbero andare a lavorare,invece qui ,oltre a non fare un ca.. a divertirsi , a girare il mondo, a guadagnare lauti stipendi elargiti da buonisti che non chiedono niente si permettono anche di prendere per il c..con dichiarazioni scontate che sanno di niente!!!!!Ma almeno si rende conto del c…che ha avuto nella vita !!!!

  3. fava33(magari)

    La maledizione mom esiste. Ber battere bene i rigori bisogna allenarsi, così come per non prendere sempre gol alla stessa maniera, bisogna allenarsi e bisogna allenare anche la mentalità perché uscire dalla coppa italia e perdere partite come verona e cagliari è roba da inchiesta.

  4. Graziano Giusti

    Brunello 71 se tu ti sei rotto il c…di perdere ed hai 44 anni che devo dire io che ne ho 62? A volte mi chiedo che ho fatto di male x stare dietro ad una SOCIETA’ (prima ancora che squadra) di perdenti nati.

  5. Graziano Giusti

    Pradè vai in politica, lì c’è posto!

  6. Ha ragione.

    Iniltre questa stagione è migliore di quella passata, spesso si è giocato meglio, ci sta tutto per arrivare quinti e sopratutto vi è una semifinale ed il tutto senza il giocatore migliore neanche x una partita, un anno fa metà stagione la fece , ora abbiamo perso tanti punti senza di lui e senza un suo sostituto che eravamo spuntati ma a gennaio è arrivato Salah che il prossimo anno ci sara x tutfo il campionato a fronte di un so milione di spesa.
    Unica cosa brutta l’addio di Macia.

  7. Una bella Fiorentina che ha dominato questa sera con la Juve. Ma anche una Fiorentina che fa errori madornali: vedi i tre di Neto, che hanno determinato i tre gol della Juve, sia pure con la complicità di Savic e Gonzalo; il rigore sbagliato di Gonzalo, che non finisce mai di sorprendere perchè alterna buone giocate a svarioni incredibili; che Gomez non è entrato in campo, Aquilani che giochicchia e non incide, Salah che vuol fare tutto lui e sta rovinando la sua reputazione; Savic penoso…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*