Pradè: “La nostra priorità è un attaccante, ma la fretta non sta in casa nostra. Gli ultimi venti giorni si apre un mondo”. E su Walace…

Prade milinkovic

Screenshot_2015-07-27-08-50-50Il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradè, ha fatto un punto della situazione per quel che riguarda il mercato viola: “Kalinic è un calciatore che ci piace, ma dobbiamo avere più opzioni aperte per portare giocatori importanti al nostro allenatore. La nostra priorità è quella di portare un attaccante in più, dopo l’uscita di Gomez. Ma senza nessuna fretta, perché la pazienza sarà la nostra forza. Gli ultimi venti giorni ti aprono un mondo, abbiamo una base solida e abbiamo la fortuna di poter prendere tempo. Borini? Vale lo stesso ragionamento fatto per Kalinic. La priorità è una punta poi vediamo quello che ci serve. Gilberto nasce quarto basso, è un calciatore brasiliano che può fare quel ruolo, il quinto di centrocampo e l’esterno di spinta. Poi abbiamo anche Tomovic e Roncaglia che possono agire come terzini a destra, quindi quella non è una nostra priorità. Walace non ci interessa più dal momento che abbiamo preso Mario Suarez“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

78 commenti

  1. In tutti i commenti che ho letto sulla mancanza del terzino dx nn ne ho letto 1 che citasse Piccini, De Silvestri e Bittante. I primi 2 son terzini di fascia e potevan farci comodo evitando di prender Gilberto che nn sa marcare. Bittante invece è + difensivo, fa bene le 2 fasi e gioca anche a sn e centrale. E’ stato riscattato dall’Avellino x esser subito ceduto all’Empoli x circa 1mln, cosa che nn ho capito. Qualcuno dirà che è scarso ma io lo voglio vedere in azione poi ne riparliamo a giugno.

  2. X dieval riportami le volte che ho sbagliato e le cose azzeccate da te?
    X me 2 anni fa Gomez non era una grande scelta e scrissi che era meglio toni e sopratutto lajic ed investire x centrocamp oe terzino

    Un mese fa ho detto che salah restava in italia , che andava a roma e la viola nn otteneva nulla , forse un prestito dal chelsea ma era difficile etc ,

  3. X luciano

    Difatti io non rimprovero alla proprietà il non imvestire fiumi di soldi ma il fatto che preferiscano mettere davanti alla fiorentina il loro ego e sopratutto i sentimenti di gelosia si Conigni e altri.
    Al primo anno di macia , pradè e montella ci stava chiarezza , trasparenza e risultati e tutto solo con i soldi delle cessioni di hi ci stava portando in b.

    Purtroppo si è parlato troppo del gatto e la volpe, da allora invece di gratificare hi stava facendo bene magari dando a uno tra macia e pradè il ruolo di direttore generale e potere di forma hanno incaricato a Conigmi di occuparsi lui dei rinnovi e di mettere becco sul mercato e poi sono aumentato i dirogenti e al contempo la confusione e sono arrivati i promi errori sul mercato e nn sapremo mai chi li ha fatti davvero(Lajic perchè nn ha rinnovato e neto etc)

  4. Acebati, per quanto si era detto sembrava – o quanto meno la stampa accreditava – una versione un po’ differente, ossia che ci fossero 8 milioni a prescindere dalle cessioni. Poi sono arrivate anche le cessioni e quindi qualcosa in più si poteva spendere. Detto questo che, però, attiene al contingente, vorrei seguire il tuo ragionamento, piu’ generale e molto sensato, sui Della Valle. Io penso che a loro non interessi arrivare oltre il range di posizioni che tendenzialmente potremmo raggiungere ( quarto – ottavo posto). Interessa avere una squadra che dia loro visibilità – e dunque pubblicità – senza rimetterci granché. E, come ho detto, ci può stare. Quello che non ci può stare – e non deve starci – e’ il modo in cui gestisci la società. Se non sei uno che intende galleggiare (ed i DV hanno detto che non vogliono galleggiare) e lo stadio o la cittadella non ce l’hai, dovresti puntare tutto sulla gestione. Inventarti, da imprenditori, ulteriori introiti. Come? Avere osservatori in gamba che ti permettano di prendere ottimi o buoni giocatori prima che li predano altri, in modo da avere plusvalenze consistenti (vedi Udinese); gestire al meglio i contratti e la comunicazione; avere dirigenti capaci e solidi (e non contrattualizzati di anno in anno, così da non poter riuscire neanche a programmare la campagna acquisti: vedi Prade’ con il contratto che scade alla primavere successiva). E potrei continuate, ma credo sia inutile, considerato che queste valutazioni le abbiamo fatte un po’ tutti. Ed il bello e’ che take prospettiva, pur indubbiamente difficile, non sarebbe impossibile. Noi abbiamo perso con il Siviglia e sembrava che partissimo battuti già alla vigilia per i commentatori. Il Siviglia effettivamente e’ una squadra stimata a livello nazionale spagnolo ed europeo, ma Siviglia non è una realtà molto dissimile da Firenze. Però ha, a gestire la squadra, gente preparata e che conosce il calcio. Noi? Ecco io questo mi sarei aspettato dai DV: non le spese folli che faceva Cecchi Gori, ma un progetto, detto realmente e non solo per chetare le folle, che partisse, prima di tutto, da dirigenti capaci ed illuminati. Nel calcio e non nell’industria manifatturiera.

  5. E DIVENTATA UNA SOCIETà ALLO SBANDO VEDI LA STORIA SUL BEDUINO NON SE NE SENTE + PARLARE…SU SKY PARLANO DE LAURENTIS PREZIOSI FERRERO CAIRO E ALTRI SOLO I N/S NON LI VEDO ANDATE A FARE IN C..O….

  6. E vedremo ma anche se tu ci avessi preso dopo un milione di profezie a ufo non é strano é probabilistica…in ogni caso te l’ho già detto un sacco di volte scrivi troppo e ragioni male…ancora con Montella e salah non se li ****** più nessuno e non ti regge più nessuno…e piantala li

  7. Il 07.08.2015 la Roma ha depositato il contratto di Salah in lega, a differenza della nostra società che l’ha fatto soltanto a chiacchiere, ma che ancora deve farlo, mentre un esimio giornalista aveva scritto questo: “La Fiorentina ha depositato in Lega il contratto del prestito di Salah dal Chelsea e l’ha convocato per il 13 a Moena. Ora la palla passa a lui e ai suoi avvocati”…

    giusto per notizia!!!

  8. A qunto ne so io M.Suarez e’ in prestito con diritto di riscatto a 10 milioni,quindi si pagano l’anno prossimo,informati fenomeno

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*